APERTURA AL PUBBLICO
Lun. Mart. Merc. 10:00-13:00/14:00-16:00
Giov. 10.00-13:00
CONSULENZA ANAGRAFE EQUINA
Dott.ssa Lisa Longo - cell. 3921431003

In una calda e soleggiata domenica, ha preso il via la stagione pony di salto ostacoli con la prima tappa del Circuito Primaverile 2019. 

Il Centro equestre Kappa si è confermato una cornice all’altezza per ospitare la partenza di una grande manifestazione che ha visto partecipare oltre 400 piccoli binomi, registrando numeri da record per l’inizio dell’anno sportivo.

Raffaele Tagliamonteresponsabile commissione pony, parla con soddisfazione:

“indubbiamente è stato un grande successo, 400 iscritti nella prima tappa è un risultato straordinario frutto della scorsa edizione e del lavoro di istruttori e tecnici. Grazie alla collaborazione con il padrone di casa Stefano Bellantonio e tutta la commissione pony, composta da: Gaetano De Angelis, Antongiulio Pieraccini e Maria Luisa Pollastrini, siamo riusciti ad ottimizzare il campo gara, riuscendo a dedicare il giusto spazio al campo prova, dando così la possibilità anche ai più piccoli di potersi esprimere al meglioAlla fine di questa giornata, possiamo essere soddisfatti di quello che siamo riusciti a fare, un obiettivo su cui continuare ad investire idee ed energie sarà l’aumento del numero dei binomi nelle categorie più alte e di interesse internazionale”.

Ed ora i risultati:

Nella Cp 120 classe D ha chiuso senza errori Elisabetta Giussani in sella a Killmullen Olympic Cruise (Roma Pony Club).

Nella CP115 classe D si è distinta Martina Mastrantonio con Poulabrandy King (C.I. Del Levante), piazza d’onore e terza posizione per Elisabetta Giussani rispettivamente in sella a La Vita Di Belle e Killmullen Olympic Cruise(Roma Pony Club).

Si è aggiudicato la Bp110 David Kron con Prince Des Rollees (C.E. Roma), seconda Benedetta Loglio con Hardingville Clockwork Orange (Roma Pony Club), terzo Edoardo Piccini su Pop Corn (C.I. Antiope), quarta Giorgia Malatesta in sella a Olie Dot Com (S.S. Dilettantistica Lazio Equitazione) e quinta Rachele Curti con Herald Van Het Puttenhof (C.E. Roma).

La più veloce e precisa della Bp105 è stata Maria Pedone con Quintana (Roma Pony Club), alle sue spalle Benedetta Loglio in sella a Hardingville Clockwork Orange (Roma Pony Club), terza Emma Cappetta su Calypso (Il Castello 2), quarta Bianca Ballanti con Gitana e quinto David Kron su Princes des Rollees (Seabiscuit).

In testa alla Bp100 troviamo Lorenza Caterino con Lisnavaragh Lady (Excalibur), seconda Leah Del Monte con Maxima (S.S. Dilettantistica Lazio Equitazione), terzo posto per Gaia Montanari Di Meo in sella a Kaboem (Roma Pony Club), quarta Bianca Guadalupi su Au’Top D’Oman (C.C.Cascianese) e quinta Viola Ranieri con Equinoxe De L’Orge (C.I. Del Levante).

La migliore della Bp90 è stata Giorgia D’Agostino in sella Brownie (Seabiscuit), seguita da Lorenza Caterino con Lisnavaragh Lady (Excalibur), terza Ludovica Della Rovva con Jessie J (Equestre Trigoria), quarta Anna Giulia Battaglini su Blacky – Adolfo (C.I. Antiope) e quinta Roel Russo in sella a Ginger (Trekking Horse).

Sui 50 partenti della Lbp80 si è affermato Francesco Preziosi con Bobby Blue Soks (Gla Stables Tea), alle sue spalle Lorenzo Privitera con Iowa De Swan (Roma Pony Club), terza Nicol Santolamazza su Guante (A.S.D. Dilettantistica Kappa), quarta Jade Francia con Atreju we (Equestre Trigoria) e quinta Eleonora Aglieri in sella a Giffoni (Gla Stables Team).

In vetta alla Lbp70 troviamo Nicol Santolamazza su Guante (A.S.D. Dilettantistica Kappa), seguita da Eleonora Bianchini con Machopper (Equestre Trigoria), terza Asia Cicconi in sella a Little Clower Hill (C.I. Del Levante), quarta Greta Verdecchia con Ivoire De Myva (A.S. Dilettantistica Kappa) e quinta Aurora Albanese su Ivoire De Myva (A.S.D. Dilettantistica Kappa).

Si aggiudica la Lbp60 Alessandra Berti su Mr Henrich (Equestre Trigoria), piazza d’onore per Chiara Pucci con Ful Finn (Eucalipto Green Club), terza Chiara Cicerani su Charly (Roma Pony Club), quarta Elena Rocchi con Pioggia (La Giara) e quinta Giulia Turchetti su Finnful (C.I. Del Vivaro).

Non resta che entrare nel vivo del circuito con la seconda tappa, che si disputerà per la prima volta al C.I. Excalibur di Luna di Federico.

Comunichiamo che per poter prendere parte alle prove di Dressage, nel contesto delle tappe del Trofeo Primaverile Pony di salto ostacoli, è necessario iscriversi tramite procedura online nel settore Dressage, troverete la data con scritto Trofeo Lazio Primaverile.

Specifichiamo, inoltre, che avranno accesso solo i binomi che prenderanno parte alla tappa specifica.

Per ulteriori dettagli alleghiamo il regolamento.

Ponyadi Sicilia

Il Dipartimento Pony comunica che gli eventi che riguardano le manifestazioni di Salto Ostacoli, Club e Mounted Games per la stagione agonistica 2019 sono consultabili nell’apposita sezione del sito calendario on line, da quest’anno attiva per tutte le discipline federali.

 

Clicca qui per accedere al calendario nazionale

Nel contesto del Trofeo Primaverile Pony 2019, che si svolgerà al C.I. Equestre Kappa (02-03/03), C.I Excalibur (23-24/03), C.I. Trigoria (13-14/04) e C.I. Stella Maris  (18-19/05) sono state inserite le categorie LP20 e LP30.

In allegato il link del regolamento. 

Pony Verona Sassofotografie

Il Dipartimento Pony informa che è possibile consultare in calce a questa notizia le time table di Ponylandia, evento di interesse federale, che si svolgerà negli impianti del Palasturla di Manerbio dal 7 al 9 di dicembre prossimo. 

TIME TABLE

Con una festa in piena regola, in uno splendido clima prenatalizio, Ponylandia ha chiuso la stagione agonistica riservata ai pony per questo 2018. 

Numeri da capogiro che hanno fatto registrare la presenza di oltre 500 pony negli impianti dell’Alcle al Palasturla di Manerbio e la grande attenzione riservata alle premiazioni ha fatto sì che tutti tornassero un po’ bambini.

Due le giovani amazzoni laziali classificatesi tra i primi dieci del livello 4: sesta Ornella Calderini con Schamitzi (C.I. Della Leia, Istr. Maria Gabriella Ascenzi) e ottava Alice Pizzicannella in sella a Eddies Dream (Parco dell’Insugherata, Istr. Raffele Tagliamonte).

Nel livello 3 si sono messe in mostra Zoe Tomassini con Aughavannon Chez, al quinto posto (S.S. Lazio Equitazione, Istr. Gaetano de Angelis) ed Elisabetta Giussani, in sella a Killmullen Olympic Cruise, in sesta posizione (Roma Pony Club, Istr. Francesco Cerulli Irelli).

Il migliore dei laziali nella categoria livello 1, che ha conseguito il quinto posto, è stato David Kron con Prince Des Rollees (C.E. roma, Istr. Michela Mastron), ottava Beatrice Guidotti Battaglini su Kasper (C.I. Della Leia, Istr. Maria Gabriella Ascenzi) e decima Flaminia Piarulli con Atlantic Valley (S.S. Lazio Equitazione, Istr. Gaetano de Angelis).

Combattuta la Coppa Italia a Squadre in cui il Lazio, guidato da Gaetano De Angelis, ha ottenuto la quinta posizione con un totale di 12 penalità complessive. A rappresentare la bandiera ci hanno pensato Lorenza Caterino con Lisnvaragh Lady (4/0, C.I. Excalibur, Istr. Luna Di Federico), Zoe Tomassini con Aughavannon Chez (4/0, S.S. Lazio Equitazione, Istr. Gaetano de Angelis), David Kron su Prince Des Rollees (C.E Roma, istr. Michela Mestron) ed Elisabetta Giussani con La Vita Di belle (Roma Pony Club, Istr. Francesco Cerulli Irelli).

Per quanto concerne la Coppa Del Presidente è arrivata settima la squadra del Lazio capitanata da Maria Luisa Pollastrini e rappresentata per l’occasione da: Sara Tipo Galbani su Pinturicchio (4, C.I. Excalibur, Istr. Luna Di Federico), Ornella Calderini con Schamitzi (4, C.I Della Leia, Istr. Maria Gabriella Ascenzi), Arianna Centrone in sella a Atomic De Menardiere (8, C.I. Santa Anastasia, Istr. Alessandra Ceselli) e Viola Ranieri con Equinoxe De L’Orge (8, C.I. del Levante, istr. Maria Luisa Pollastrini).

Martedì 27 novembre, si è appena concluso lo stage tenuto da Pietro Roman di cui hanno beneficiato gli atleti finalisti a Verona con i loro pony.
Ci fermiamo a parlare con Pietro, appena terminata l'ultima delle tre riprese di lavoro in piano,  per avere un commento a caldo su questi due intensi pomeriggi trascorsi al Roma Pony Club.
"Pietro, possiamo  in estrema sintesi affermare che il concetto di base del lavoro svolto con questi ragazzi è che solo attraverso un assetto corretto è possibile esercitare richieste efficaci?" 
"E' esattamente così, la cura della posizione e dell'assetto sono alla base di ogni richiesta rivolta al cavallo. Stabilità, elasticità e uso corretto degli aiuti sono i presupposti per un'equitazione sicura per il cavaliere e confortevole per il cavallo. Nel lavoro con gli allievi mi sono focalizzato sull'importanza, nella prima parte del lavoro, il riscaldamento, sulla corretta posizione, sulla cura di dettagli che spesso si danno per scontati, come la lunghezza delle redini, la posizione del busto e della gamba, perché sono elementi che consentono al cavaliere di armonizzarsi con il movimento e l'equilibrio del cavallo.
E' molto importante per i ragazzi provare le sensazioni giuste, memorizzarle per andarle a ricercare tutte le volte che si renda necessario.
Altro tema importante che ho voluto sottolineare è che il controllo del cavallo è funzionale  per richiedere corrette variazioni di cadenza e cambi di direzione utili, indistintamente, sia in previsione dell'esecuzione di una ripresa di dressage o di un percorso di salto ostacoli. Parliamo, quindi, di una impostazione di base per praticare della buona equitazione propedeutica alle diverse discipline.
Durante il primo giorno di lavoro mi sono avvalso dell'uso di riferimenti a terra, barriere e coni, per circoscrivere il campo d'azione, obbligando i binomi a conciliare il corretto piazzamento del cavallo, cadenza e impulso con il rispetto delle traiettorie predefinite. E' molto importante l'uso di elementi a terra per restituire agli allievi un responso immediato sul livello di controllo del cavallo e di efficacia delle azioni.
Il secondo giorno ci siamo concentrati sul passaggio delle barriere  a terra al trotto e al galoppo su linee diritte o sinuose, per verificare l'apprendimento dei concetti sviluppati nel giorno precedente. 
Il lavoro da me svolto in questi due giorni trae origine dalle esperienze di grandi cavalieri di dressage e di salto, le cui tecniche equestri si fondono e non contrastano, perché i concetti di equilibrio, decontrazione e impulso sono basilari per tutte le discipline.
Ho trovato un gruppo di allievi molto ricettivi, che si sono dimostrati capaci di comprendere e mettere in pratica tutte le indicazioni fornite durante questi due giorni."
Ringraziamo Pietro Roman per aver messo a disposizione la propria esperienza e la Commissione Salto Ostacoli Pony FISE Lazio per aver organizzato questo stage che, certamente, merita di essere ripetuto.
Questi gli allievi partecipanti:
Arianna Centrone
Angelica Romaldini
Benedetta Zibellini
Giulio Cavalieri
Martina Mastrantonio
Gualtiero Nepi
Ornella Calderini
Beatrice Guidotti Battaglini
Alice Pizzicannella
Zoe Tomassini
Leah Del monte
Elisabetta Giussani
Syria Zangheri

Joomla Extensions