APERTURA AL PUBBLICO
Lun. Mart. Merc. 10:00-13:00/14:00-16:00
Giov. 10.00-13:00
CONSULENZA ANAGRAFE EQUINA
Dott.ssa Lisa Longo - cell. 3921431003

Il Polo è sceso di nuovo in campo al Roma Polo Club a sostegno della Fondazione Operation Smile Italia Onlus.

Grande affluenza di pubblico con 800 partecipanti all’appuntamento con la solidarietà. Numerosi gli amici e i sostenitori presenti tra cui Gianni Letta, Luca Barbareschi, Michele Mirabella, Elisabetta Ferracini e Giulio Berruti.

Special Guests il dottor Bill Magee e sua moglie Kathy, Cofondatori di Operation Smile.

Sport, solidarietà ed i sorrisi dei bambini sono stati i protagonisti della VII° edizione dell’evento “Il Polo del Sorriso”, che si è svolto il 29 settembre, per il secondo anno consecutivo nella splendida cornice del Roma Polo Club, il più antico dei Circoli italiani fondato negli anni ‘30.

L’evento sostiene, ormai da 7 anni, il progetto Smile House della Fondazione Operation Smile Italia Onlus che nasce dall’esigenza di seguire con un approccio multidisciplinare, in Italia, il trattamento delle malformazioni al volto attraverso il coinvolgimento di un team di specialisti che valutino insieme i bisogni dei pazienti, in particolare bambini, ed il percorso di cure da seguire in relazione alla patologia. L’obiettivo del progetto è quello di offrire al paziente e alla sua famiglia i servizi e l’assistenza di cui necessitano durante il percorso di cure, all’interno di un’unica struttura, nell’ambito del Sistema Sanitario Nazionale.  I Centri attivi in Italia sono tre: a Milano, a Roma e a Vicenza.

Il Polo del Sorriso 2019 ha l’obiettivo di superare la raccolta fondi di oltre 40.000 euro della scorsa edizione, ottenuta grazie all’impegno e all’entusiasmo degli organizzatori e alla generosità dei tanti partecipanti. Anche quest’anno l’evento ha ricevuto il patrocinio della Regione Lazio, del Comune di Roma Capitale, del Coni, della Federazione Italiana Sport Equestri (Fise) e della Fise-Lazio.

Hanno partecipato al Torneo “Il Polo del Sorriso” diverse squadre, ognuna abbinata ad uno dei prestigiosi partner della manifestazione benefica: Ducati, Samocar, Swarovski Optik, Hotel Eden e Prink.

Sono scesi in campo i giocatori Francesco Caroli, Nick Rogerson, Luis Benmergui, Lucas Labat, Puccio Natale, Stefano Ottaviani, Pierre Jauretche, Santiago Schinoni, Marco Elser, Massimo Elser, Peter Elser, Pedro Fernàndez Llorente, Gif Turati, Marcos Antinori, Julio Corrìa, Oscar Roma, Praxilla Trabattoni, Ginevra D’ Orazio, Caroline Juls e Felix Begueri.

Il premio per il cappello più “glamour”, consegnato da Luca Barbareschi insieme a Michele Mirabella, è andato a Lorena Tabanella, consulente aziendale, mentre quello per il cappello più “originale” è andato a Tiziana Ribichesu, giornalista di RadioUno Rai.

Hanno accolto gli ospiti il Presidente della Fondazione Operation Smile Italia Onlus Carlo Salvatori insieme ai Cofondatori di Operation Smile, il Dottor Bill Magee e sua moglie Kathy, giunti appositamente da Virginia Beach per ringraziare la Fondazione ed i suoi sostenitori dell’impegno e della generosità con cui sostengono i programmi medici internazionali. Per la Fondazione insieme al Presidente sono intervenuti il Vicepresidente Scientifico e medico chirurgo volontario, Domenico Scopelliti, il Consigliere Bonifacio Spinola, Stefano Capponi, uno dei fondatori della Fondazione ed Alessandra Corrias, Direttore Generale.

Numerosi gli amici ed i sostenitori di Operation Smile che hanno partecipato a questa importante giornata che è stata anche l’occasione per presentare in anteprima il progetto Roberto Coin per Operation Smile Italia Onlus realizzato in collaborazione con la Maison di alta gioielleria Roberto Coin S.p.A. La nota azienda vicentina ha realizzato il “Ruby Globe”, una sfera in argento con rubino ispirato al logo e alla mission della Fondazione. Una parte della vendita del gioiello sarà devoluta alla Fondazione in sostegno delle sue attività. 

Hanno accolto con entusiasmo l’invito della Fondazione Michele Mirabella, Luca Barbareschi ed Elena Monorchio, Gianni Letta, Lamberto e Donatella Dini, Elisabetta Ferracini, Francesco Apolloni, Giulio Berruti a bordo campo per supportare la squadra Ducati vincitrice del torneo.

Tanti anche i nomi dell’aristocrazia, del mondo imprenditoriale e della diplomazia che hanno voluto offrire il proprio sostegno al progetto “Smile House” come l’Ambasciatore statunitense in Italia Lewis Eisenberg intervenuto con la moglie Judith, Kip Tom Ambasciatore statunitense presso le Agenzie delle Nazioni Unite per l’agricoltura, Antonella Vitetti, Moroello Diaz della Vittoria con Allegra Giuliani Ricci, Elettra Giovanelli Marconi e Fabrizio Caracciolo.

Per la prima volta ha partecipato il più antico reparto musicale dell’Arma dei Carabinieri: la Fanfara a Cavallo dipendente del 4° Reggimento. La Fanfara è composta da 19 elementi e si è esibita prima della finale del Torneo. 

La Marina Militare per il secondo anno ha aderito all’iniziativa confermando la presenza all’evento con uno stand informativo e con l’esposizione di modellini navali. La sinergia tra la Marina Militare ed Operation Smile dura ormai da diversi anni e dimostra il continuo impegno della Forza Armata nelle attività non prettamente militari svolte a favore della collettività.

Particolarmente apprezzate la presenza delle Unità Cinofile della Polizia di Stato che si è esibita nel pomeriggio per la gioia di grandi e piccini e le performance canore del tenore Manuel Gregori e della soprano Hanna Hefner.

Tra gli altri partner del Polo del Sorriso spiccano Pharma Experience, Virgin Active, Staminalis, Mercury Events, Tecnoservice 2000, Elelight, GSP Allestimenti, Fashion Toilet, Studio Fotografico Raffaele Fazioli. Storici sostenitori della manifestazione, fin dalla prima edizione, sono Anthilia Capital Partners e Acqua Rocchetta che, anche quest’anno, è partner ufficiale dell’evento. Compagnia Italiana ha generosamente realizzato, anche per questa VII edizione, le maglie per le squadre dei giocatori.

Numerose le aziende enogastronomiche che hanno offerto agli ospiti la degustazione dei loro prelibati prodotti: tra queste, i pregiati vini Principe Pallavicini, la birra Peroni, i tartufi Centro Tartufi Molise, le ostriche di Vania Barthelemy, le specialità al peperone di Pontecorvo Peperdop, l’olio di oliva di Agricoltura e Benessere, il riso Chicco del Mulino, la pasta La Molisana, le conserve di pomodoro Petti, la torta della cake designer Katia Malizia Cake Event, i prodotti al cioccolato Caffarel, il gelato artigianale di Steccolecco ed il Caffè Corsini.

Questo evento è stato reso possibile grazie all’impegno, al cuore e all’entusiasmo di: Alessia Antonelli Schermi, Laura Brioni, Cristina Chiavari, Nicole Covelli Rigamonti, Flaminia Cuturi Elser, Paola Del Tosto Giancaspro, Massimo Elser, Antonella Bruno, Elisabetta Franzolin Natale, Marina Letta Ottaviani, Francesca D’Anselmo Marini, Fabrizio Monaldi, Daniela Palese Acampora, Massimo Peroso, Paola Quaquarelli, Marta Rinaldi Ceroni, Georgia Vitetti Martini.

Fondazione Operation Smile Italia Onlus

Nata in Italia nel 2000, la Fondazione Operation Smile Italia Onlus fa parte dell’Organizzazione Internazionale Operation Smile, formata da volontari medici, infermieri ed altri operatori sanitari provenienti da oltre 80 Paesi del mondo che curano gratuitamente persone nate con malformazioni al volto come la labiopalatoschisi. Operation Smile, costituita nel 1982 negli Stati Uniti, è oggi considerata una delle più grandi Organizzazioni Non Profit su base volontaristica per la cura di queste patologie. Con oltre tre decadi di esperienza Operation Smile rende accessibili le cure chirurgiche nei Paesi in cui c’è più bisogno attraverso partnership pubblico-privato, forma il personale sanitario locale e dona attrezzature mediche e ospedaliere per curare chiunque sia nato con una malformazione al volto. La Fondazione è attiva in Italia con i progetti medici: Smile House, Centri di diagnosi, cura, formazione e ricerca attivi a Milano, Roma e Vicenza, Un Mare di Sorrisi, in collaborazione con la Marina Militare, e World Care Program. Per approfondimenti è possibile visitare il sito operationsmile.it e seguirci su Facebook @operationsmileitaliaonlus, Twitter @OpSmileITA ed Instagram @operationsmileitaliaonlus

Roma Polo Club

Fondato negli anni ‘30, il Roma Polo Club è il più antico dei Circoli italiani. Trofei, foto d’epoca e significativi cimeli, testimoniano all’interno della club house in stile coloniale, non solo l’intensa attività sportiva dei soci del circolo ma anche, nell’arco dei settanta anni di attività, la presenza di un parterre di appassionati spettatori di assoluto riguardo quali Aimone di Savoia, l’allora Principessa Elisabetta d’Inghilterra e l’imperatrice Soraya. Il Roma Polo Club è da sempre ideale palcoscenico dei più importanti tornei organizzati in Italia. Il circolo dispone di un campo gara e uno di allenamento, scuderie, piste in sabbia e tondino, spogliatoi, un ottimo ristorante e una splendida piscina immersa nel verde.

PER INFORMAZIONI

Fondazione Operation Smile Italia Onlus

Sede legale ed operativa: Via Panama 52 - 00198 Roma T: 06.85305318 – 3472343068

E-mail:  HYPERLINK "mailto:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo." \t "_blank" Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  HYPERLINK "http://www.operationsmile.it/" \t "_blank" www.operationsmile.it

Ufficio Stampa:  HYPERLINK "mailto:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo." Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Consulenti per la comunicazione: brizzi comunicazione –  HYPERLINK "mailto:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo." Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. tel 0639038091-3341854405

È quello di Pier.Gio. Inves - Villa A Sesta il nome che si aggiunge all’albo d’oro del Campionato Italiano di Polo. La squadra capitanata da Giorgio Cosentino, domenica 15 settembre, ha infatti battuto in un match avvincente Los Pinguinos - Roma Polo Club aggiudicandosi così il titolo nazionale.

Dopo un avvio a favore del team di casa del Roma Polo Club subito a segno con Anastasio Perrone, la squadra di Villa a Sesta VAS ha imposto il suo gioco e, segnando quattro reti, ha chiuso in netto vantaggio il primo chukker. Vantaggio che Pier.Gio. Inves – VAS ha poi incrementato fino al risultato finale di 8 a 3 e 1/2.
 
Protagonista della partita, non solo per le quattro reti segnate (13 in totale nelle tre partite giocate), ma per la sua costante presenza nelle fasi salienti di gioco è stato Goffredo Cutinelli Rendina, romano classe 1985, al suo terzo titolo italiano. Il giocatore tesserato con il Roma Polo Club, si è battuto in questa impresa al fianco di  Edoardo Ferrari, tre gol segnati durante la finale, e capocannoniere del torneo con 15 reti. A segno per Pier.Gio. Inves - VAS anche Lucas Bertola, che domenica ha sostituito Giacomo Galantino costretto al forfait per uno strappo muscolare.
 
Malgrado il risultato finale, la squadra Los Pinguinos - Roma Polo Club è rimasta sempre in partita, e le sue altre due reti portano la firma ancora dei suoi giovani Anastasio Perrone (classe 2001) e Giordano Magini (classe 1998).
A premiare la squadra Campione d’Italia sono stati Simone Perillo ed Alessandro Giachetti, rispettivamente Segretario Generale e responsabile del Dipartimento Polo della Federazione Italiana Sport Equestri, e Massimo Pianzola, Vice Presidente del Roma Polo Club che ha ospitato questa 33esima edizione del Campionato Italiano Polo ‘targato’ FISE.
 
Nell’altra partita della giornata, vittoria di U.S. Polo Assn. - Los Avellanos Polo Club su La Patrona - Milano Polo Club per 7 a 5 che ha così chiuso al terzo posto.
Quello giocato al Roma Polo Club da venerdì 13 a domenica 15 settembre, è stato il Campionato Italiano di Polo FISE numero 33. Il titolo nazionale 2019 è stato assegnato con torneo con 2-4 goal di handicap giocato con la formula ‘tutti contri tutti.
Quattro le squadre che vi anno preso parte: Los Pinguinos - Roma Polo Club (HPC 2); Pier.Gio.Inves - VAS (HPC 4); U.S. Polo Assn. - Los Avellanos Polo Club (HPC 3); La Patrona - Milano Polo Club (HPC 3).
 
Photo Credits: Giuseppe Lupoli
Dopo una stagione ricca di tornei, da venerdì 13 a domenica 15 settembre, il Polo è pronto ad assegnare il titolo nazionale della disciplina.

Atteso come uno degli appuntamenti cardine nel calendario, il Campionato Italiano di Polo, avrà come palcoscenico il Roma Polo Club unanimemente riconosciuto come l’icona di questa spettacolare disciplina nel nostro Paese.



Il più antico circolo italiano - che recentemente avuto i riflettori puntati su si sé per aver ospitato la partita di beneficienza Sentebale ISPS Handa Polo Cup che ha visto in campo come testimonial il Principe Harry Windsor Duca di Sussex (nella foto Archivio Roma Polo Club) - è infatti la sede prescelta dalla Federazione Italiana sport Equestri per assegnare titolo e medaglie 2019.

Al torneo - 2-4 goal di handicap - della durata di tre giornate parteciperanno quattro polo team: Los Pinguinos - Roma Polo Club, U.S. Polo Assn. - Los Avellanos Polo Club, Pier.Gio.Inves - VAS e La Patrona - Milano Polo Club e la prima giornata di venerdì 13 settembre vedrà i match tra La Patrona - Milano Polo Club Vs Pier.Gio.Inves - VAS (inizio ore 16:00) e U.S. Polo Assn. - Los Avellanos Polo Club Vs Los Pinguinos - Roma Polo Club (ore 17:00) con ingresso libero come nelle restanti giornate di sabato e domenica.

“E’ un momento di grande fermento quello che sta vivendo la nostra disciplina – spiega Alessandro Giachetti, responsabile del Dipartimento Polo della Federazione Italiana Sport Equestri. - L’attività dei nostri club è fitta di appuntamenti e ai tornei che fanno parte per tradizione del calendario nazionale si stanno affiancando in misura sempre maggiore, e con successo, i tornei di Arena Polo. Campi di gioco ridotti, minor numero di giocatori, possibilità di concomitanza, come nel caso dell’Italia Polo Challenge disputato a Roma durante lo CSIO di Piazza di Siena a Villa Borghese, con eventi di levatura internazionale di grandissima tradizione. La promozione della disciplina è obiettivo fondamentale per la FISE che con il suo programma di attività ha puntato l’attenzione sui ragazzi. Insieme a Franco Piazza, il nostro tecnico, abbiamo iniziato dal maggio scorso una serie di stage dedicati a ragazzi e pony.  Per ora abbiamo svolto attività tre volte a Napoli, due nelle Marche e  una in Umbria. I risultati sono davvero entusiasmanti, tanto che alle Poniadi, disputate a fine agosto a Roma hanno partecipato cinque squadre e sono state assegnate per la prima volta le medaglie anche nella disciplina del polo”.

 

CAMPIONATO IN PILLOLE

Quella al via venerdì è l’edizione numero trentatre del Campionato Italiano di Polo 'targato' FISE. La prima edizione risale al 1981 e ultima nel 2017, disputata come quella di quest’anno proprio al Roma Polo Club (nel 2018 il Campionato Italiano è stato annullato per maltempo).
Campione in carica è La Nuova Poncia, squadra brianzola del Club della famiglia Galantino, team del quale faceva parte anche Giacomo Galantino che quest’anno gioca con Pier.Gio.Inves - VAS. Il 26enne lombardo vanta però anche le medaglie d’oro vinte nel 2012 e nel 2013.
Galantino non è l’unico, tra i sedici ‘polo player’ impegnati al Roma Polo Club per il Campionato Italiano 2019, ad aver già vinto il titolo nazionale. Edoardo Ferrari, anche lui lombardo, c’è infatti riuscito per ben quattro volte (2007, 2010, 2011, 2013), Fabrizio Bulgarini tre (1990, 1999, 2000), Goffredo Cutinelli Rendina, tra l’altro nel 2011 nella squadra vincitrice dei Play off Mondiali Polo a Villa a Sesta), due (2004, 2015) ed una ciascuno Stefano Giansanti (2016) e Paolo Santambrogio (1994).
Una soltanto, invece, la ‘la polo player’ in campo, Praxilla Trabattoni, Capitano del La Patrona - Milano Polo Club, mentre il giocatore più giovane è il romano Giordano Magini (hpc 1) classe 1998.

 

QUESTI I POLO TEAM IN CAMPO

Los Pinguinos - Roma Polo Club (HPC 2)
Stefano Giansanti - hpc 0 - Capitano
Anastasio Perrone - hcp 0
Boris Bignoli Seward - hpc 1
Giordano Magini - hpc 1
 
Pier.Gio.Inves - VAS (HPC 4)
Giorgio Cosentino - hpc -1 - Capitano
Giacomo Galantino - hpc 1
Edoardo Ferrari - hpc 2
Goffredo Cutinelli Rendina – hpc 2
 
U.S. Polo Assn. - Los Avellanos Polo Club (HPC 3)
Roberto Ciufoli – hpc -1 - Capitano
Ugolino Bourbon – hpc 1
Daniel Antonio Cantero – hpc 1
Oscar Carona – hpc 2
 
La Patrona - Milano Polo Club (HPC 3)
Marco Massimiliano Visconti – hpc 1
Praxilla Luigia Trabattoni – hpc 0 - Capitano
Therance Cusmano – hpc 2
Paolo Giuseppe Santambrogio – hpc 2


 

IL ROMA POLO CLUB

La storia del polo in Italia risale agli anni venti, quando nell’isola di Brioni, oggi territorio della Croazia, Carlo Kupelwieser fondò il primo Club di Polo dotato di due campi di gioco. Fu invece Sua Altezza Reale il Duca di Spoleto a creare a Roma, nel 1930, il primo Polo Club. A Roma esisteva già un gruppo di giocatori che avevano frequentato il club dell’Isola di Brioni. C’erano i giocatori che avevano a disposizione dei cavalli di proprietà ma non esisteva un campo.
La ‘Società Corse al Trotto’ risolse il problema mettendo a disposizione l’ippodromo di Villa Glori che, in occasione delle Olimpiadi di Roma del 1960, lasciò il posto per la costruzione del villaggio olimpico. Per trasformare il prato dell’ippodromo in un campo di polo fu richiesto l’intervento di un tecnico specializzato. Il debutto avvenne il 10 maggio 1930 con una serie di spettacolari partite d’alto livello. In seguito il ‘Roma Polo Club’ ottenne un terreno alla poco lontano di lì, all’Acqua Acetosa dove sorge l’attuale struttura, oggi conglobata nel centro della Capitale.

Si è conclusa sabato 29 giugno la 57a edizione della Coppa Duca d'Aosta che si è svolta negli impianti del Roma Polo Club. Si tratta del torneo di Polo più antico d'Italia, dedicato alla memoria del Duca Aimone di Savoia Aosta, appassionato giocatore  e socio fondatore del club.  

A vincere il titolo, quest'anno, dopo una combattutissima finale, è stata la squadra Bien Mirada, formata da E. Menendez (hp. 0), F. Meier (hp.1), J. Juauretche (hp. 6), F. Bolanterio (hp. 3). La vittoria per 7 gol a 5 è maturata al termine di un avvincente match contro l'altra finalista, Evviva St. Moritz, composta da  P. Dillier (hp. 0), A. Biherer (hp. 0), J. Gonzales (hp. 4), Lucas Labat (6).  
Terzo posto per Mox Experience che ha battuto El Porteno II per 6 gol a 3.
In campo per le premiazioni il Presidente del Roma Polo Club, Cataldo D'Andria, che ha consegnato la Coppa Duca d'Aosta alla squadra vincitrice; il Segretario Generale Fise, Simone Perillo; il Presidente Fise Lazio, Carlo Nepi e il Responsabile del Settore Polo Fise, Alessandro Giachetti.
La Sig.ra Daniela Giardina ha consegnato al miglior marcatore, Lucas Labat (18 gol segnati), la Coppa Nuccio Giardina, istituita in memoria dell'ex presidente del Roma Polo Club, figura eminente e rappresentativa del Polo italiano. 
Premiato anche il miglior cavallo del torneo, la femmina Delfina Crota, che ha indossato la coperta vinta, presentata dal suo groom Pablo Larategui.
Il Presidente del  RPC Cataldo d'Andria, nel ringraziare il Polo Manager Alejandro Pera, organizzatore del torneo, e l'arbitro internazionale Federico Martelli, ha tenuto a sottolineare che: "Al momento, in Europa, siamo gli unici ad aver organizzato un torneo a 10 gol di handicap con otto squadre. Siamo molto soddisfatti del risultato ottenuto ed è forte la motivazione nell'affrontare, il prossimo anno, i preparativi per un'edizione ancora migliore."

II Polo entra a far parte del programma di Piazza di Siena. Per l’affascinante disciplina, che ha consegnato quest’anno all’Italia la vittoria del Campionato d’Europa, non più come in passato una sola partita di esibizione durante il concorso ma bensì un vero e proprio torneo che si disputerà al Galoppatoio di Villa Borghese e che sarà a tutti gli effetti il prologo del fitto programma delle gare di salto ostacoli . 

Il Torneo, organizzato dalla FISE in collaborazione con la ASD Polo Castelluccia, vedrà impegnati quattro Polo Team sui terreni del Galoppatoio di Villa Borghese da lunedì 20 a mercoledì 22 maggio.

C'è già grande attesa e molta attenzione anche nel circuito internazionale da quando nei giorni scorsi, con lettera del Presidente Horacio Areco, è arrivato anche il massimo riconoscimento del governo sportivo mondiale di settore: il patrocinio della FIP (Federacion Internacional Polo)

Verranno disputate due partite al giorno, al tramonto e sotto la luce dei riflettori, con la formula Arena Polo(squadre di tre giocatori) e le finali in calendario alla immediata vigilia dello CSIO (il concorso ippico internazionale ufficiale di Roma giunto alla 87a edizione scatta giovedì 23 maggio per concludersi domenica 26), quando sarà ormai concluso l'arrivo a Roma dei blasonati protagonisti del circuito mondiale del jumping.

Internazionale il profilo del torneo che si annuncia spettacolare e dall’alto tasso tecnico per la presenza in campo di fuoriclasse argentini e non e dalla qualifica dei 10 goal di handicap.

La modalità ‘sport & glamour’ trova una perfetta espressione nel mondo del polo e sarà il fil-rouge anche nell'organizzazione dell’Italia Polo Challenge.

Ingresso gratuito nelle tribune sino ad esaurimento posti, dj set ed eventi speciali a inviti nelle zone riservate. Tra questi, attesissimo e immancabile, come in tutti i tornei, sarà l’appuntamento con l’Asado, la maxi grigliata in stile tipicamente argentino che gli stessi ‘petiseros’, gli addetti alla cura dei polo pony, preparano d’abitudine con perizia e passione per  protagonisti, addetti ai lavori  e ospiti.

 

Photo © CONI/Simone Ferraro

  

 Il polo è sceso in campo al Roma Polo Club a sostegno della Fondazione Operation Smile Italia Onlus

Grande affluenza di pubblico con più di 700 partecipanti all’appuntamento con la solidarietà. Numerosi gli amici e i sostenitori presenti tra cui Roberto Ciufoli, Vittorio Sgarbi, Vanessa Gravina, Regina Orioli e Michael Schermi

Roma, 19 ottobre 2018 - Grande affluenza di pubblico, con più di 700 partecipanti, per l’appuntamento che, domenica 14 ottobre, ha unito sport e solidarietà al Roma Polo Club per la VI edizione dell’evento “Il Polo del Sorriso”, che ha ricevuto il patrocinio della Regione Lazio, del Comune di Roma Capitale, del Coni, della Federazione Italiana Sport Equestri (Fise) e della Fise-Lazio.

In questa VI° edizione sono scesi in campo: Marcos Antinori, Oscar Carona, Federico Coria, Marco Elser – cofondatore e Consigliere di Amministrazione della Fondazione – Max Elser, Puccio Natale, Stefano Ottaviani e Sua Altezza Padmanabh Singh Maharaja di Jaipur.

Il premio per il cappello più “glamorous” è andato alla Contessa Antonella Vitetti Martini, mentre quello per il cappello più “divertente” è andato a Silvia Grea, docente di scienze motorie al liceo scientifico Avogadro di Roma.

Oltre 40.000 euro i fondi raccolti, che saranno destinati – come avviene dalla passata Edizione – al progetto Smile House di Roma, nuovo Centro di Cura che costituirà parte integrante dell’Unità di Chirurgia Maxillo Facciale presso l’Ospedale San Filippo Neri, in attuazione del Protocollo d’Intesa che la Fondazione Operation Smile Italia Onlus ha firmato il 14 marzo 2017 con la Regione Lazio e la ASL Roma 1 e che verrà inaugurato a breve, ma che ha già iniziato l’attività chirurgica il 15 dicembre 2017, con weekend clinic che al momento si svolgono ogni 40 giorni.

Numerosi gli amici ed i sostenitori di Operation Smile che hanno partecipato a questa importante giornata di sport e solidarietà ed insieme a loro alcuni ospiti VIP: Roberto Ciufoli, Vanessa Gravina, Regina Orioli, Michael Schermi e Vittorio Sgarbi; quest’ultimo, insieme all’Ambasciatore statunitense in Italia, Lewis Eisenberg ha conferito alle signore i premi per i cappelli. Presente anche Marin Rajkov Nikolov, ambasciatore bulgaro in Italia. Tanti anche i nomi dell’aristocrazia e del mondo imprenditoriale che hanno voluto offrire il proprio sostegno alla Fondazione, tra i quali Olimpia Bolla, Leonardo Gresele, Moroello Diaz della Vittoria Pallavicini, Allegra Giuliani, Flora Gancia, Claudia Martini Carissimo, Filippo e Barbara Modulo, Tommaso Ziffer, Laura e Paolo Dentice di Accadia, Massimo e Francesca Chiavarelli, Annamaria e Elena Monorchio, Barbara Ricci.

Per la Fondazione erano altresì presenti Livia Azzariti, co-fondatore e medico volontario, il Vicepresidente Scientifico Domenico Scopelliti, cofondatore e chirurgo volontario, il Vicepresidente Amministrativo e cofondatore Beatrice Menis dalla Chiesa, i cofondatori Cristina Bucci Casari Chiavari, Flaminia Cuturi Elser, Stefano Capponi e Romano dalla Chiesa ed il Direttore Generale Alessandra Corrias.

Dopo il grandissimo successo degli scorsi anni, la Polizia di Stato ha confermato la sua presenza con l’esposizione delle sue bellissime auto d’epoca e la celebre Lamborghini Huracán.

Quest’anno, per la prima volta, anche la Marina Militare ha partecipato con uno stand informativo e l’esposizione di modellini navali, ma la sinergia tra la Marina Militare e la squadra di Operation Smile dura ormai da diversi anni. Il team medico dei volontari della Fondazione collabora infatti con i medici della Marina per ridare il sorriso a tanti bambini. Questa operazione rappresenta una delle attività non prettamente militari svolta dalla Forza Armata a favore, diretto o indiretto, della collettività.

Particolarmente apprezzata, ancora una volta, l’esibizione dei giocatori di polo juniores del Circolo Roma Polo Club. La novità di questa edizione, per coinvolgere anche il pubblico dei più giovani, è stato il Pool Party con DJ set e la sfilata di moda proposta da Compagnia Italiana, azienda partner della manifestazione, che ha presentato la Collezione Country 2018-19 ed ha anche realizzato le 32 maglie per le 8 squadre dei giocatori. Nell’occasione, Compagnia Italiana ha inoltre lanciato la t-shirt solidale “Smile”, disponibile dal 1 ottobre in alcune delle boutique monomarca del brand. Il 50% del prezzo di vendita della t-shirt verrà devoluto alla Fondazione Operation Smile Italia Onlus, in sostegno dei suoi progetti in Italia.

Molte le aziende enogastronomiche che hanno offerto agli ospiti la degustazione dei loro prelibati prodotti: tra queste, i pregiati vini Principe Pallavicini e la birra Peroni. Il Pool Party è stato reso possibile grazie alla collaborazione con il rinomato Mercury Events, Tecnoservice 2000, Elelight ed il Birrificio Angelo Poretti. Tra i partner del Polo del Sorriso spiccano TortEventi della cake designer Katia Malizia e Caffarel. I partecipanti hanno gustato anche i gelati artigianali di Steccolecco. Storici sostenitori della manifestazione, fin dalla prima edizione, sono Anthilia Capital Partners e Acqua Rocchetta che, anche quest’anno, è generosamente partner ufficiale dell’evento.

La manifestazione è stata resa possibile grazie all’impegno, al cuore e all’entusiasmo di: Alessia Antonelli, Laura Brioni, Federica Calò, Cristina Chiavari, Francesca D’Anselmo, Nicole Covelli Rigamonti, Flaminia Cuturi Elser, Paola Del Tosto, Massimo Elser, Elisabetta Franzolin Natale, Marina Letta Ottaviani, Fabrizio Monaldi, Daniela Palese Acampora, Massimo Peroso, Paola Quaquarelli, Marta Rinaldi Ceroni e Georgia Vitetti Martini.

Fondazione Operation Smile Italia Onlus

Nata in Italia nel 2000, la Fondazione Operation Smile Italia Onlus fa parte di un’organizzazione internazionale formata da volontari medici, infermieri ed altri operatori sanitari provenienti da oltre 80 Paesi del mondo che realizzano gratuitamente interventi di chirurgia plastica ricostruttiva per correggere malformazioni cranio-facciali, quali il labbro leporino, la palatoschisi e la labiopalatoschisi. Operation Smile, costituita nel 1982 negli Stati Uniti, è oggi considerata una delle più grandi Organizzazioni Non Profit su base volontaristica per la cura di queste patologie. Operation Smile riunisce migliaia di volontari del settore sanitario, svolge missioni mediche, forma il personale sanitario locale dei Paesi in cui opera, dona attrezzature sanitarie indispensabili per garantire cure chirurgiche gratuite, tempestive e sicure ai pazienti nati con malformazioni al volto all’interno delle proprie comunità. La Fondazione è attiva in Italia con i progetti “Smile House”, “Un Mare di Sorrisi”, in collaborazione con la Marina Militare, e “World Care Program”. Per approfondimenti è possibile visitare il sito www.operationsmile.it e seguirci su Facebook @operationsmileitaliaonlus Twitter @OpSmileITA ed Instagram @operationsmileitaliaonlus

Roma Polo Club

Fondato negli anni ‘30, il Roma Polo Club è il più antico dei Circoli italiani. Trofei, foto d’epoca e significativi cimeli, testimoniano all’interno della club house in stile coloniale, non solo l’intensa attività sportiva dei soci del circolo ma anche, nell’arco dei settanta anni di attività, la presenza di un parterre di appassionati spettatori di assoluto riguardo quali Aimone di Savoia, l’allora Principessa Elisabetta d’Inghilterra e l’imperatrice Soraya. Il Roma Polo Club è da sempre ideale palcoscenico dei più importanti tornei organizzati in Italia.  Il circolo dispone di un campo gara e uno di allenamento, scuderie, piste in sabbia e tondino, spogliatoi, un ottimo ristorante e una splendida piscina immersa nel verde.

PER INFORMAZIONI

Fondazione Operation Smile Italia Onlus - Sede legale ed operativa: Via Panama 52 - 00198 Roma T: 06.85305318 – 3472343068

Ufficio Stampa: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Consulenti per la comunicazione: brizzi comunicazione – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. T: 0639038091-3341854405

POLO CLUB VILLA A SESTA: READY TO GO!

14 squadre Nazionali, 350 cavalli, 30 partite, 10 giorni di gare di alto livello

 
 
Al Polo Club Villa a Sesta, nel cuore del Chianti (Ripaltella Pietraviva), la macchina organizzativa dei FIP European Polo Championship Quantocoin Cup  è impegnata a pieno regime.

Il ‘chukker' di inizio dei Campionati, l’evento più atteso nel calendario di gioco 2018 del Vecchio Continente, sarà giovedì 20 settembre alle 11:00 e, con in campo le squadre di Italia Spagna, porterà subito adrenalina alle stelle.

Importante risultato nel Campionato Europeo Femminile di Polo che si è svolto a Villa a Sesta dal 20 al 30 settembre. La medaglia d'argento conquistata dall'Italia porta anche la firma  della tesserata laziale Ginevra D'Orazio (vedi intervista) che insieme a Ginevra Visconti e le sorelle Vittoria e Costanza Marchiorello si sono battute strenuamente contro contro la soverchiante squadra della Gemania, concludendo l'incontro con un passivo di  9 a 4 ½. 
La squadra, già vincitrice del titolo Europeo a Cahntilly nel 2017, anche in quest'occasione è stata guidata dal Coach - tesserato laziale - Franco Piazza che con la consueta verve ha spronato le giocatrici in campo fino all'ultimo secondo.
Ottimo risultato per la squadra italiana maschile che ha vinto la medaglia  d'oro contro il sorprendente Azerbaijan. A far parte della long list della nostra nazionale, pronti a entrare in azione,  anche i due "laziali"  Goffredo Cutinelli Rendina e Giordano Maggini.

Polo Ponyadi Villanti

La Scuola Federale di Polo nasce in partnership con il Roma Polo Club e la FISE

 

Oggi, sabato 15 settembre ci sarà il  taglio  del  nastro della Engel & Völkers Polo School,   iniziativa   che   vede   il marchio  immobiliare dare il nome alla Scuola Federale dello storico Roma Polo Club.  Sino alla fine del 2019, grazie a un accordo con il Market Center capitolino, già da due anni presente come partner nello CSIO di Roma - Piazza di Siena, la scuola federale sarà il filo conduttore che ha portato a questa nuova collaborazione con la FISE ed il Roma Polo Club.

Con una partita dimostrativa giocata dai giovani allievi avrà inizio nel pomeriggio, a partire dalle 17:00, l’incontro che presenterà ufficialmente l’avvio della Scuola, che si propone  di  offrire  la  giusta  preparazione  tecnica  di  questa  affascinante  disciplina equestre, definita “lo sport dei Re” a potenziali giovani talenti, e di aumentarne quindi visibilità e pratica sportiva.

Joomla Extensions