APERTURA AL PUBBLICO
Lun. Mart. Merc. 10:00-13:00/14:00-16:00
Giov. 10.00-13:00
CONSULENZA ANAGRAFE EQUINA
Dott.ssa Lisa Longo - cell. 3921431003
Vi comunichiamo il prossimo svolgimento delle Unità Didattiche 2/T.F.B.E.A dal 24 al 29 giugno e U.D. 3 A - 11/12/13 settembre 2019.
Le sedi di svolgimento saranno scelte successivamente. Le domande andranno presentate dieci giorni prima dell’inizio dei corsi.
In allegato al seguente link la circolare federale e il moduli di iscrizione.

MARCO DELLA TORRE TARYRIVER BON 7191

Il Consiglio federale riunitosi il 17 dicembre 2018 ha ratificato la nomina dei docenti discipline paralimpiche con cui è possibile effettuare il tirocinio necessario al completamento dell’iter formativo per tecnici ed istruttori federali che frequenteranno ed hanno frequentato le UD3/SIEP, per il conseguimento della specializzazione di Tecnico Sport Equestri Integrati.

L’elenco è disponibile a questo link

La scheda presenze Tirocinio Discipline paralimpiche è disponibile qui

nella foto © Anrea Bonaga: Parareining a Cremona, Marco Della Torre e TaryRiver Bon

ParareiningCremona

L'evento di interesse federale si è svolto a Cremona in occasione del Futurity

Grande successo per la prima edizione del Campionato Italiano di Parareining, sabato 15 dicembre, nell’ambito del Futurity di Cremona ha assegnato i titoli per il 2018. 

L’evento di interesse federale è “titolato” Elementa, grazie al grande contributo del marchio di cui è titolare Tenuta Santa Barbara di Bracciano (Rm), che ha dato una marcia in più al progetto federale della disciplina, peraltro in un grande palcoscenico come quello del Futurity. 

Nuova sezione di questa disciplina equestre dedicata a cavalieri diversamente abili, (con disabilità motorie e/o cognitive) che la FISE ha voluto sviluppare, con il determinante supporto di Alessandro Pavoni. L’ambizione è quella di entrare in FEI anche con questi paratleti. 

Una volta eseguite le visite di classificazione, i vari profili vengono inseriti in una delle cinque categorie possibili: dal grado 1 (quello che raggruppa i cavalieri con disabilità più importanti) al grado 5. Il progetto è stato sviluppato in modo simile a quello del paradressage, ma adattato alla disciplina del reining. Nel grado 1, gli atleti possono eseguire solo il passo, nel 2 il trotto, e così via in crescendo fino ai gradi 4 e 5, con esecuzione anche del galoppo e di un pattern di reining a tutti gli effetti. I pattern ovviamente sono corretti e adattati alle capacità di questi atleti speciali. Così pure è adattato il sistema di valutazione delle varie manovre durante la gara. È stato elaborato anche un programma per persone con handicap cognitivi, che non possono essere classificati nel progetto della Fei; per loro, tre categorie: limited open (solo passo), intermediate open con trotto, e open col galoppo. “Quest’anno, con l’aiuto della Federazione - ha detto Alessandro Pavoni - siamo riusciti a organizzare questo evento al Futurity, dove hanno partecipato cinque atleti con disabilità fisica e 5 con disabilità cognitiva, dando inizio a un nuovo percorso: un campionato paralimpico a livello regionale, per arrivare poi a una finale a livello nazionale, proprio in occasione del Futurity, che per i reiner di tutti i tipi è sempre la “regina” delle gare. In questa occasione, poi, abbiamo anche avuto la ciliegina sulla torta di uno sponsor importante, Cecilia Fiorucci con la sua Elementa, grazie al cui contributo è stato possibile spesare completamente e premiare tutti i partecipanti con delle fibbie”.

Ultima tappa di campionato per la LRHA, che si è svolta lo scorso week end presso il Centro Equestre Cassia. Per questo finale di stagione agonistica 2018 l’arena della manifestazione ha vestito i colori dello Sponsor Elementa che ha dato il nome allo special Trophy dedicato ai cavalli di 3 e 4 anni che sono scesi in campo con l’obiettivo di prepararsi al Grande Futurity di Cremona.

Numeri da record si sono registrati in questa edizione che ha richiamato reiners da più regioni del centro Italia e che ha quasi sfiorato i 200 ingressi realizzzando ben 190 entries !

Al fine di garantire a tutti i partecipanti una adeguata preparazione alla due giorni di gare in questa occasione i Pay-time sono stati anticipati di una giornata ed iniziando il giovedì hanno permesso di registrare oltre 180 binomi iscritti.

Dopo due giorni di preparazione, per i binomi la giornata di sabato  si è aperta in anticipo rispetto alle edizioni precedenti dando il benvenuto al primo ingresso in arena alle ore 08:00. Sveglia anticipata quindi per reiners e cavalli, assistiti da temperature e sole quasi esitivi per tutta la durata della tappa.

A regalare ulteriore solennità all’evento conclusivo della stagione 2018, la presenza dei tre giudici : Lara Maiocchi ed Alessandro Milani in arena e  Manuela Maiocchi in campo prova, che in qualità di Stewart ha avuto il compito di monitorare e testimoniare l’impegno dello sposor della manifestazione verso il fairplay , l’attenzione ed il rispetto verso il benessere dei cavalli atleti che si sono esibiti in questa 2 giorni di gare. 

Prima categoria a scendere in campo la Novice Horse, per l’occasione class in class, dove il podio tutto in famiglia ha celebrato le vittorie di Dario Carmignani in sella a RS Tigershark Jack di Francesca Spaziante nella classe Open e di Sara Carmignani in sella a CL Gun Sarah nella Non Pro rispettivamente con i punteggi di 143,5 e 139,5.

E’ stata poi la volta della prima delle categorie dedicate ai cavalieri debuttanti della disciplina, che nella classe Green Level si sono esibiti sul pattern#6 e che ha visto salire sul primo gradino del podio Massimo Lauriola sul suo OT the Big Dad Jac con lo score di 137,5.

Come di consueto, a seguire la categoria Youth dove Alice Miralli ed il suo JM Walla Big Star hanno portato a casa il primo posto.

Nel primissimo pomeriggio agguerrita è stata la lotta nella categoria Novice Riders che ha incoronato vincitori della VI tappa Ivan Cinelli e Master Ladiesman con lo score di 141,5.

Nella Novice Riders Bis, immediatamente a seguire, si conferma Champion Gaia Clazzer con Motorola Pride con il punteggio di 130,5.

Alle ore 15.00 ha preso il via il tanto atteso appuntamento dedicato ai cavalli più giovani che grazie al sostegno dello sponsor Elementa ha registrato un added particolarmente ricco diventando un punto di riferimento nel centro Italia nel panorama delle tante manifestazioni dedicate alla preparazione per l’evento di Cremona di Dicembre.

Nelle categorie dedicate ai cavalli di 3 anni vittoria di Nicolae Stefanescu su Mega America nella classe LTD Non Pro mentre nella classe Non Pro il podio è andato ad Antonio Zagaria in sella al suo Zag Smoking Spook.

Sempre per i 3 anni il podio nelle classi dedicate ai professionisti OPEN è decisamente gremito di binomi. La categoria Limited Open è infatti vinta per ben 2 volte con lo score di 141,5 da Luca Dossetto rispettivamente in sella a Kn Made My Whiz e SB Pilou Whiz entrambi di proprietà di Andrea Castrucci. Ancora più popoloso il primo gradino del podio per la categoria OPEN vinta con il punteggio di 144,5 da Gennaro Lendi e PL Colonelsmoking CX di Andrea Parise , Alessandro Meconi con Sonita Gotta Whiz di Arturo Pappagallo, Giovanni Masi De Vargas in sella a Bugs At Nite di Mariangela di Pierro e nuovamente da Gennaro Lendi con RS Elnath Blue di proprietà di Claudio Risso.

Le classi Non Pro dedicate ai 4 anni sono state entrambe appannaggio di Pasquale Rodorigo ed il suo Frozen Tari Badger che ottengono il doppio podio con il punteggio di 142.

Nella Limited Open, invece, con lo score di 143 vince Andrea Lucetti in sella a Spat Luxury Gun di Lorenzo Ranucci mentre nella classe Open è di nuovo podio per Gennaro Lendi che insieme a Kn Taco Whiz di proprietà di Andrea Castrucci vince la categoria marcando un punteggio di 145.

La giornata di gare si è chiusa con l’estrazione a sorte dei trofei e delle due monte messe in palio in occasione del Trophy.

Roscetti brunalle motorola pride deadoralive

La para atleta azzurra ha montato Motorola Pride

Chiude al quinto posto Brunella Roscetti in sella a Motorola Pride (owner: Alessandro Pavoni), la finale individuale del World Para Reining Challenge che si è svolto in occasione dell’Equita Western Horse Show di Lione in Francia.

La paratleta azzurra ha ottenuto oggi, domenica 4 novembre, uno score di 208. Vittoria per il britannico Ricky Balshaw su Ylena My Wy (211), seconda Wendy Moller su Spider Gennit (210 ½), mentre terza posizione per il belga Wout Gooskens su Little Lenas Diamond (210).

Nella prova a squadre di ieri, alla quale Brunella Roscetti ha partecipato in coppia con la statunitense JoDee Lochner la squadra mista ITA/USA ha concluso al sesto posto con il 207 realizzato dalla statunitense. Purtroppo l’azzurra è stata eliminata. Vittoria per la Germania, seguita da Francia e Sud Africa. 

 

Classifiche 

Articolo Fise

(Nella foto Dead or Alive: Brunella Roscetti su Motorola Pride)

Un week end ricco di emozioni al Centro Equestre Cassia per la V° tappa del campionato regionale Lazio Reining che si è svolta dal 12 al 14 ottobre a Monterosi.

Dopo la lunga giornata di paytime del venerdì conclusa alle ore 21.00, la mattinata di gare del sabato è iniziata puntualmente alle 9.00 seguita dagli occhi attenti del Giudice di tappa Filippo Masi accompagnato dalla scribe Tiziana Volpi.

Marcando uno score di 71 il primo podio del week end è andato ad Alessandro Meconi e Gunnawhiza di proprietà di Mauro Capparella che si sono cosi aggiudicati la categoria Novice Horse Open.

La Novice Horse Non Pro è stata invece vinta, nuovamente con uno score di 71, da Fabio Colantoni in sella al suo BF Feona in Whiz.

Vittoria in categoria Green Level di Federica Magi su Margot Fighter di Valerio Ribichini mentre la classe Youth ha visto salire sul primo gradino del podio ben due binomi a pari merito con lo score di 68,5 : Marco Paolacci con Master Parette e Gabriella Migliaccio ed il suo Star Exposure.

Generica 3 reining bonaga

Appuntamento a Manerbio il 30 settembre e 1° ottobre

 

Il Dipartimento Reining comunica che sono disponibili on line i documenti relativi alla prossima gara di qualifica e stage di selezione delle squadre Junior e Young Rider in vista dei Campionati Europei Reining in programma a Lione (FRA) il 2 e 3 novembre prossimi.

 

Scarica qui i documenti Gare di qualifica e selezione Junior e Young Riders - Raduno Junior e Young Riders

 

foto © Andrea Bonaga

 

Back to school season anche per gli scivolatori della Lazio Reining che come da programma, dopo la pausa estiva, si sono trovati di nuovo nell’arena del Centro Equestre Cassia nel week end del 7/ 9 settembre. Oltre 160 entries nei due giorni di gara e più di 100 paytime si son avvicendati nell' arena del venerdì.

A sancire l’apertura ufficiale delle gare sabato mattina alle ore 9.00 è stato come da tradizione l’inno di Mameli che ha preceduto le categorie NOVICE HORSE. La classe OPEN è stata vinta da Cristian Dalla Pozza con il punteggio di 71,5 con CG Like Shining Star di proprietà di Giovanni Cerilli, al suo esordio in questo campionato. La classe NON PRO ha incoronato con il punteggio di 71 ben due Co-Champions Flaminia D’Orazi con il suo Play Whis e Fabio Colantoni con il suo BF Feona In Whiz.

Numerosi nella Terza Tappa di campionato Reining, nonostante il lungo ponte estivo del 29 giugno, i binomi che si sono avvicendati in arena presso il Centro Equestre Cassia lo scorso week end sotto gli occhi attenti di Alice Marinoni giudice della manifestazione nonché presidente dell’associzione Reining Lombardia.

Il campionato si è aperto subito all’insegna di un emozionante doppio podio di famiglia nelle categorie Novice Horse Open e Non Pro rispettivamente vinte da Dario Carmignani e RS Tigershark Jac con lo score di 70,5 e da Sara Carmignani in sella a CL Gun Sarah che si aggiudica la vittoria con un bellissimo 71.

Joomla Extensions