APERTURA AL PUBBLICO
Lun. Mart. Merc. 10:00-13:00/14:00-16:00
Giov. 10.00-13:00
CONSULENZA ANAGRAFE EQUINA
Dott.ssa Lisa Longo - cell. 3921431003

Gli azzurri conquistano punti utilissimi ai fini della classifica di 1^ Divisione europea

 

L’Italia ha conquistato oggi, domenica 2 giugno, una bellissima seconda posizione nella tappa di FEI Nations Cup di salto ostacoli a San Gallo in Svizzera. 

Il team azzurro guidato da capitan Bruno Chimirri (che ha sostituito nel ruolo di capo equipe Duccio Bartalucci in convalescenza post operatoria), e con l’assistenza di Marco Bergomi è stato composto dal 1° aviere scelto Giulia Martinego Marquet (0/0/0) su Elzas (Prop. Sgh Srl), Riccardo Pisani (4/4) su Chaclot (Prop. Lozar Sas), Paolo Paini (0/0) su Ottava Meraviglia di Ca’ San Giorgio (Prop. Az. Agr. All.to Ca’ San Giorgio di Stefania Chittolini) e dall’aviere capo Luca Marziani (0/Rit) su Tokyo du Soleil (Prop. LM Srl).

LA GARA- La Coppa delle Nazioni si è decisa con un appassionante barrage tra Francia, Italia e Svizzera: le uniche tre (delle otto) squadre, che al termine delle due manche hanno concluso la gara tutte con 4 penalità. 

Dopo una bellissima prima manche che ha visto gli azzurri uscire dal campo senza errori, a pari merito con la Francia, nella seconda frazione di gara è stato uno splendido botta e risposta tra francesi e italiani. Giulia Martinengo ha replicato il netto della prima manche, Pisani le 4 penalità, Paini è ancora netto. Marziani e Tokyo, dopo il netto, della prima manche, hanno toccato in maniera quasi impercettibile la plastilina della riviera, portando l’Italia a 4 penalità, a pari merito con Francia e Svizzera. A quel punto Marziani ha deciso di ritirarsi per risparmiare ulteriori inutili sforzi al suo Tokyo, considerato che il barrage sarebbe stato ormai inevitabile. 

Nel percorso decisivo primo a entrare in campo per la squadra di casa è stato Steve Guerdat su Bianca: 4 penalità per loro. La Francia ha mandato in campo Guillaume Foutrier su Valdocco des Caps, che è riuscito a firmare un netto nel tempo di 44”09. L’Italia ha schierato il binomio Martinengo/Elzas, molto veloce e ultimo dei tre a entrare in campo. L’amazzone azzurra è riuscita nell’impresa di mettere in cassaforte il terzo netto della giornata, ma il tempo di 44”54, di pochissimo superiore rispetto a quello del francese, non è bastato per salire sul gradino più alto del podio. La Coppa delle Nazioni di San Gallo è andata, dunque, alla Francia, seguita da Italia e Svizzera. Seguono in classifica dal quarto all’ottavo posto nell’ordine: Gran Bretagna, Brasile, Norvegia, Danimarca e Austria.

È comunque un’ottima Italia, quella che oggi anche se con un po’ di sfortuna, ha portato a casa un utilissimo secondo posto. Una gara valida, per gli azzurri (90 punti per la seconda classificata), ai fini della classifica del circuito che condurrà le squadre della massima divisione europea alla finalissima in programma a Barcellona dal 3 al 6 ottobre prossimo. 

Finale determinante quest’anno, anche perché consegnerà la qualifica olimpica per Tokyo 2020 alla migliore squadra della finale, che non abbia – fino a quel momento - ottenuto il pass olimpico.  

Classifica 

Articolo Fise

Joomla Extensions