APERTURA AL PUBBLICO
Lunedì. Martedì. Giovedì. Venerdì 9:00-13:00/13:30-15:00 Mercoledì CHIUSO
CONSULENZA ANAGRAFE EQUINA
Dott.ssa Lisa Longo - cell. 3921431003

E’ cominciato il conto alla rovescia per l’edizione 2018 della tappa romana del Longines Global Champions Tour di Roma. L’evento è in programma dal 6 al 9 di settembre nella splendida location dello Stadio dei Marmi Pietro Mennea al Foro Italico, cuore pulsante dello sport italiano proprio a un passo dalla sede del Comitato Olimpico Nazionale Italiano.

Attesi a Roma per il quindicesimo ‘leg’ del circuito internazionale ideato da Jan Tops i migliori cavalieri e amazzoni del momento, che avranno il tempo di saltare a Roma, prima di volare direttamente in North Carolina, a Tryon dove sono in calendario i FEI World Equestrian Games™.

Sette azzurri saranno al via del prestigioso CSI5* che con la tappa di Coppa del Mondo di Verona e lo CSIO di Piazza di Siena porta a quota tre il numero dei concorsi che possono fregiarsi delle cinque stelle in Italia.    

In virtù della ranking salteranno di diritto a Roma, come preannunciato l’aviere scelto Lorenzo De Luca (Halifax va het Kluizebos; Cynar VA), il carabiniere scelto Emanuele Gaudiano (Caspar 232, Carlotta 232) e il 1° caporal maggiore Alberto Zorzi (Contanga 3, Danique). Altri cinque cavalieri sono stati individuati dal selezionatore della nazionale Duccio Bartalucci: 1° aviere scelto Emilio Bicocchi (Call Me, Faliane W), carabiniere scelto Bruno Chimirri (Tower Mouche), Gianni Govoni (Antonio, Quirama Il Palazzetto) che ritorna in gara con il suo Antonio, 1° aviere scelto Giulia Martinengo Marquet (Princy, Verdine Sz), aviere capo Luca Marziani (Don’t Worry B, Tokyo du Soleil).

Ben sei dei sette cavalieri italiani presenti a Roma fanno parte della short list stilata da Bartalucci per una possibile presenza al mondiale di Tryon (De Luca, Gaudiano, Zorzi, Chimirri, Martinengo e Marziani). Anche la classifica generale del circuito rende l’appuntamento romano denso di emozioni, si, perchè proprio Alberto Zorzi con 233 punti occupa al momento la terza posizione della graduatoria generale a un solo punto dal secondo classificato, vincitore dell'ultima edizione: l’olandese Harrie Smolders.

Il Presidente della FISE Marco Di Paola ci tiene a ringraziare Jan Tops e il CONI per l’eccellente lavoro svolto ogni anno allo Stadio dei Marmi. “Sono certo – ha detto Di Paola – che grazie al contributo degli staff di Tops e alla sempre eccellente lavoro del CONI la tappa di Roma regalerà momenti di sport e spettacolo a grandissimi livelli”.

Nel frattempo una bella iniziativa voluta dal Comitato Organizzatore della tappa romana del Global Champions Tour è rivolta ai giovani. Saranno loro ad avere uno spazio riservato a fianco della tribuna centrale, per seguire simultaneamente le gare nel campo gara, ma anche la preparazione dal campo prova e comprendere cosa c’è dietro le quinte di un concorso di tale importanza. Per iscriversi al progetto "Future Champions" basta inviare una email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e specificare gli orari e i giorni (giovedì, venerdì e sabato).

Joomla Extensions