APERTURA AL PUBBLICO
Lunedì. Martedì. Giovedì. Venerdì 9:00-13:00/13:30-15:00 Mercoledì CHIUSO
CONSULENZA ANAGRAFE EQUINA
Dott.ssa Lisa Longo - cell. 3921431003

Dalle parole ai fatti. Il protocollo d'intesa stipulato tra la FISE e l'Università Luiss Guido Carli, in occasione dell'85° CSIO di Roma Piazza di Siena Intesa Sanpaolo – Master fratelli d'Inzeo passa adesso alla fase operativa.

Ecco, dunque, che dopo la fase preliminare dell'iniziativa i primi due studenti-sportivi, tesserati per la Federazione Italiana Sport Equestri avranno la possibilità di immatricolarsi già da quest'anno per continuare il percorso di studi senza tralasciare l'altrettanto importante impegno sportivo agonistico.

fise nazionale defLa Federazione ha recentemente stipulato un protocollo d'intesa con l'Università LUISS, mirato a coinvolgere tutti gli atleti tesserati alla FISE che siano anche interessati a svolgere la propria attività sportiva contestualmente ai propri studi universitari.

Per perseguire tale obiettivo, la LUISS elabora e gestisce un'offerta didattica strutturata in maniera tale da poter coniugare la pratica sportiva con lo svolgimento del proprio percorso accademico.

 In particolare, la LUISS ha istituito la LUISS SPORT ACADEMY, dotandola di un regolamento denominato LUISS SPORT PROGRAM, che prevede, tra l'altro, anche l'erogazione di borse di studio ad atleti che contemperino a determinati requisiti.

Per il prossimo anno accademico, la FISE avrà a disposizione per i propri atleti una borsa di studio. Quanto prima verranno resi noti i parametri per concorrere all'assegnazione, parametri che saranno entro breve concordati attraverso una commissione congiunta FISE-LUISS.

Per sviluppare iniziative rivolte all'intero mondo universitario italiano, si ritiene utile acquisire un elenco di tutti i tesserati FISE Juniores e young riders in procinto di iscriversi all'Università o anche già studenti universitari al 1° anno.

Gli interessati sono invitati a dare comunicazione del proprio nominativo all'indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e in copia ai propri Comitati Regionali di appartenenza.

In preparazione delle attività congiunte si è svolta ieri, mercoledì 5 luglio, una riunione alla quale hanno preso parte il Segretario Generale FISE, Simone Perillo, il Direttore sportivo delle discipline olimpiche Francesco Girardi e Barbara Ardu, Coordinatrice del Dipartimento Formazione. Presenti anche Emanuela Mafrolla, già Consigliere federale, e Alessandro Di Marco, Comitato FISE Lazio, delegati FISE al tavolo tecnico operativo FISE-LUISS.

Il protocollo d'intesa FISE-LUISS è disponibile, per la consultazione, a questo link.

Link Convenzione Luiss

luisslogo lazioIn allegato pubblichiamo il Regolamento Luiss Sport Program, nell'ambito dell'iniziativa Luiss Sport Academy.

Al suo interno sono contenuti gli obiettivi, i criteri di ammissione degli studenti - atleti, i destinatari, le modalità di partecipazione e le categorie di atleti interessati al programma.

luisslogo lazioCaro tesserato/a,
Nel quadro delle iniziative che la Federazione sta realizzando per i propri associati, ho il piacere di informarti che è stato stipulato un Protocollo di Intesa con l'Università LUISS Guido Carli in relazione alla nascita della LUISS Sport Academy, unico progetto in Italia che mette la figura dello studente–atleta al centro tra studio e sport.
La LUISS Sport Academy consente di coniugare l'offerta didattica e la pratica sportiva sia nella fase di orientamento e selezione degli studenti universitari più meritevoli, che in quella di svolgimento del percorso accademico. A tal fine è prevista l'assegnazione di borse di studio agli studenti - atleti eccellenti per l'iscrizione ai corsi di laurea del nostro Ateneo.


L'Orientation Summer School, organizzata dalla LUISS, come già a voi comunicato, dà la possibilità agli studenti tra i 15 e i 19 anni di vivere un'esperienza di una settimana a contatto con l'ambiente universitario, offrendo particolari agevolazioni ai tesserati delle Federazioni Sportive riconoscendo uno sconto del 15% a tutti i tesserati che intendessero frequentare la LUISS Orientation Summer School, scuola estiva di orientamento universitario rivolta a studenti della scuola secondaria di secondo grado ed offrendo una borsa di studio per frequentare la sopra citata Orientation Summer School.
A tal proposito, vi invitiamo a comunicare secondo i vostri canali abituali, che il 10 giugno 2017, dalle ore 16:00 alle 18:00 - nella sede LUISS di Viale Romania, 32 - con accredito alle 15:30 si terrà un test che decreterà l'assegnazione di una borsa di studio del valore di 1.500,00 Euro. Per l'iscrizione al concorso visitare la pagina http://www.luiss.it/summer-school/borse-di-studio-luiss-summer-school
Nell'ambito di questo nostro rapporto e per permettere alle nostre organizzazioni di coordinarsi al meglio, abbiamo deciso di focalizzare per quest'anno l'attenzione all'Orientation Summer School e la promozione del Progetto LUISS Sport Academy, inerente all'assegnazione di borse di studio per l'anno accademico 2017/2018.
Tutti gli studenti-atleti interessati al Progetto LUISS Sport Academy e alle relative borse di studio sono invitati a consultare il nostro sito http://sport.luiss.it/ o chiamare l'Ufficio Sport LUISS al seguente recapito telefonico: 06/85225062.
Rimanendo a vostra disposizione per tutti i chiarimenti del caso, vi saluto cordialmente.

Il Direttore Sportivo ASD LUISS
Prof. Paolo Del Bene

IMG 2345Oggi, venerdì 26 maggio in occasione dell'85° CSIO di Roma a Piazza di Siena, alla presenza del Direttore Generale dell'università Luiss Giovanni Lo Storto e del Presidente della Federazione italiana Sport Equestri Marco Di Paola, è stato firmato il protocollo d'intesa per dar vita ad una partnership che coinvolgerà tutti gli atleti tesserati alla F.I.S.E interessati a proseguire la propria attività agonistica e i propri studi nonché, per i più meritevoli, l'opportunità di accedere al bando per l'assegnazione di agevolazioni (borse di studio parziali o totali) per la loro iscrizione ai corsi laurea della LUISS Triennali, Magistrali e a Ciclo Unico.

"La firma di questa convenzione arricchisce di nuove prospettive un progetto che unisce la passione per lo sport con la consapevolezza che la formazione sia una componente fondamentale per raggiungere risultati di successo" ha dichiarato Giovanni Lo Storto, Direttore Generale Luiss.
L'accordo siglato oggi, ha mosso i primi passi nel 2015 grazie all'intuizione del Prorettore alla didattica Luiss Professor Roberto Pessi, che per primo aveva colto l'enorme potenzialità di una sinergia con la Federazione Italiana Sport Equestri. L'allora Presidente Fise Lazio Giuseppe Brunetti ha avuto il merito di raccogliere l'invito a collaborare, gettando le basi per quello che è oggi si è concretizzato con la stipula del protocollo d'intesa. L'attuale Presidente Carlo Nepi, presente alla cerimonia di oggi, ha espresso la propria soddisfazione per un'iniziativa molto importante per il territorio e ha formulato l'augurio di vedere presto i frutti dell'impegno preso.
La commissione mista formata dal professor Paolo del Bene e dalla dott.ssa Federica Capone (Luiss) insieme alla dott.ssa Emanuela Mafrolla (Fise) e al direttore sportivo Fise Lazio Alessandro Di Marco si metteranno presto a lavoro per sviluppare i contenuti della convenzione.

L’equitazione di oggi è frutto dell’equitazione del passato, di quei cavalieri che hanno scritto pagine della nostra storia e di chi ha lasciato un segno e, oggi, non può e non deve essere dimenticato.
Una di queste personalità che si è distinta per autorevolezza è senz’altro il Generale Lodovico Nava che non solo ha lasciato quel segno nelle pagine della storia equestre italiana attraverso i suoi numerosi scritti, ma ha contribuito alla formazione dei migliori istruttori. Ricordiamo tra i suoi libri: “Equitazione oggi” (1970), “Il tuo cavallo” (1988), “Il cavallo nel rettangolo” (1999).
Nato a Modena il 19 Aprile del 1929. Il Generale Nava è stato un cavaliere che ha potute vivere la grande emozione di essere parte della squadra azzurra e partecipare ai giochi Olimpici del ’60 a Roma in sella ad Arcidosso, nella disciplina del completo, mentre l’anno precedente, il 1959, ha preso parte ai campionati Europei in sella ad Harroghet.
La didattica è stata però il punto focale della sua carriera equestre, ha infatti dedicato anni e anni alla formazione dei giovani e degli istruttori. Fu tra i primi a tenere un corso annuale dedicato alla formazione degli istruttori ai Pratoni del Vivaro e Dino Costantini lo ricorda come:"un maestro dell’equitazione,  il punto di riferimento all’interno del settore formazione della Fise. Un uomo che ha saputo infondere il vero senso sportivo, in grado di arrivare ad una conclusione logica dei problemi sulla base di un ragionamento, e al quale chiedere consigli sui metodi e scambiare idee, sensazioni e impressioni sui cavalli e sul lavoro da svolgere per poterli migliorare".
L’ex presidente Fise e vicepresidente dell’Accademia Caprilli, Mauro Checcoli, lo ricorda nella preparazione olimpica del ‘64 e nonostante la differenza generazionale lo riconosce come: "parte integrante del mondo dell’equitazione moderna", apprezzandone insieme alla Presidente dell’accademia Federigo Caprilli, Giulia Serventi, una sintonia culturale e intellettuale.

A cura di Veronica Putzulu

Lo scorso fine settimana si è svolto,  sulle verdi colline del Centro Equestre Ranieri di Campello, il Saggio delle Scuole. È stato inevitabile sentir riecheggiare dalle scuderie ai campi gara il nome del Generale Lodovico Nava. Un uomo che vive non solo nei ricordi dei più grandi, coloro i quali hanno condiviso con lui la propria passione e pezzi di vita, ma anche nella mente dei più giovani, che tutt’oggi ne riconoscono l’importanza e l’attualità degli insegnamenti, un patrimonio di conoscenze che non può rimanere chiuso nei recessi della memoria.

Per ricordare il Generale, nella giornata di sabato, si è svolto all’interno del maneggio coperto “Conte Ranieri di Campello”  una messa commemorativa, che ha visto oltre alla presenza di amici, colleghi che hanno condiviso con il generale una parte della loro carriera, anche la sua famiglia: la moglie, signora Maura, il figlio Alessio e le tre nipoti. 

L’intervento del figlio ha permesso ai presenti di ricordare quanto i Pratoni del Vivaro fossero importanti per il padre e per la famiglia Nava che ad oggi ritrovano in quelle “verdi colline” e dietro ogni ostacolo il loro cuore e la loro stessa casa.

Abbiamo avuto la possibilità di intervistare la famiglia al completo e l’entusiasmo della signora Maura alla domanda su cosa ne pensasse della riapertura dei Pratoni del Vivaro non poteva che disegnare un sorriso sul volto dei presenti. 


Di seguito l’intervista alla famiglia: Parola alla famiglia del Generale Lodovico Nava

Articolo a cura di Veronica Putzulu

Regia a cura di Martina Lancioni

Intervista a cura di Valentina Marini Agostini 

Premiazione L navaDomenica 18 Giugno 2017, in occasione della finale Coppa Lazio Dressage e Paradressage, è stato consegnato il Premio "Generale Lodovico Nava", trattasi di un premio d'onore speciale istituito in ricordo del  Generale Lodovico Nava che è stato assegnato al miglior risultato tecnico ottenuto in ogni CDN di programmazione Coppa Lazio Dressage, così da poter trasmettere alle giovani leve il ricordo di uno dei più grandi tecnici che caratterizza la storia equestre italiana.

I binomi ad aver ricevuto il prestigioso riconoscimento sono stati:

25-26 febbraio - CDNB  presso Casali San Nicola – Francesca Salvadè – Paradressage gr. 3 – percentuale 70,956

25-26 marzo - CDN B presso Aurelia Riding Club a parimerito  – Ileana de Diviitis – livello ID - percentuale  69,211 e Ludovica Porcheddu – livello ID -  percentuale 69,211

8-9 aprile - CDN B presso Equiconfor – Giulia Deodato – livello E - percentuale 69,079

6-7 maggio – CDN B presso Colledoro – Germana Macciardi su Dinsdag – livello M - percentuale 67,500

20-21 maggio – CDN B prsso Casali San Nicola – Andrea Giovannini su Charina – percentuale 68,871

17-18 giugno – CDN Finale presso Equiconfor – Ambra Frncesca Ravenda su Romeo K2 – livello D – percentuale 63,897

Il Premio è stato consegnato dalla moglie del Generale, la Sign.ra Maura Nava, che ha offerto la possibilità al C.r. Fise Lazio di scoprire più da vicino la figura del Generale:
"Lodovico si rammaricava che suo figlio è sempre stato più un marinaio che un cavaliere, perché Alessio è andato prima al Collegio Navale Morosini di Venezia a cui è seguito un anno e mezzo di servizio sulla nave Amerigo Vespucci. Da piccolo lo spinse a montare ma fu lui stesso che mise un freno dopo la prima volta che finimmo in ospedale. Come un papà comune si rese conto di avere solo un figlio e di volerlo tenere al sicuro.
Io ho sempre appoggiato Lodovico nella sua passione, gli facevo da segretaria quando ne aveva bisogno, lo seguivo in giro per l'Italia e all'estero, correggevo le bozze dei suoi libri.. Eravamo una coppia innamorata ed eravamo felici insieme.
Credo che se oggi Lodovico potesse parlare direbbe ai ragazzi che devono amare il cavallo in tutto il suo essere, controllare sempre che sia tutto a posto, di certo non perderebbe occasione per ricordare agli istruttori che sono loro che insegnano e trasmettono i valori dell'equitazione ed in quanto maestri dei più giovani devono dare il buon esempio."

Joomla Extensions