APERTURA AL PUBBLICO
Lun. Mart. Merc. 10:00-13:00/14:00-16:00
Giov. 10.00-13:00
CONSULENZA ANAGRAFE EQUINA
Dott.ssa Lisa Longo - cell. 3921431003

Conferenza 1 febbraio ott

Il Presidente FISE Marco Di Paola tira le somme del 2018 e anticipa i progetti del 2019

Si è svolta nella tarda mattinata di oggi, venerdì 1° febbraio, a Roma presso la Sala Rossa del Polo Natatorio del CONI, la conferenza stampa della Federazione Italiana Sport Equestri dal titolo "Sport equestri: un 2019 di grandi aspettative sportive, culturali e sociali".

Ad aprire la conferenza con un saluto, prima di raggiungere la Scuola dello Sport, è stato il Presidente del CONI Giovanni Malagò. “Sono felice di essere qui - ha detto il numero uno del CONI – insieme alla Federazione Italiana Sport Equestri. Ho vissuto da vicino l’anno scorso l’esperienza di Piazza di Siena con la splendida doppietta azzurra (con le vittorie dell’Italia in Coppa delle Nazioni e Lorenzo De Luca in Gran Premio ndr). Sono felice di questi successi storici, che arrivano dopo tanti anni. È stato un 2018 molto importante e salto ostacoli e completo ci lasciano ben sperare per il 2019 e soprattutto per il 2020. Sarete sicuramente capaci – ha aggiunto Malagò – di capitalizzare i successi del 2018, con risultati individuali e di squadra. Successi che hanno anche il compito di trainare la base e l’intero movimento. Anche i due eventi top che abbiamo a Roma (Piazza di Siena e Global Champions Tour ndr) hanno un ruolo molto importante, perché contribuiscono all’incremento dei numeri delle giovani leve, generando un vero e proprio effetto proselitismo Marco - ha concluso Malagò, rivolgendosi a Di Paola - continua così, la via intrapresa è quella giusta”.

 

"II 2018 è stato un anno col botto, abbiamo avuto risultati incredibili grazie ai nostri atleti. Il 2019 è un anno molto importante perché avremo le qualificazioni olimpiche e su due discipline, il salto ostacoli e il completo, abbiamo ambizioni serie: se la fortuna ci aiuta, la qualificazione è un risultato sicuramente ottenibile". Questo l'obiettivo posto dal presidente Marco Di Paola, a margine della conferenza "Sport equestri: un 2019 di grandi aspettative sportive, culturali e sociali". "Il nostro movimento gode di ottima salute, i nostri atleti stanno crescendo tantissimo, stanno facendo sacrifici importanti ma ottenendo grandi risultati - ha osservato il numero uno della Fise - Il comparto giovanile sta crescendo, devo dire che i tecnici stanno facendo un ottimo lavoro. Sicuramente nelle tre discipline olimpiche e nelle cinque FEI stiamo andando molto molto bene. E sta crescendo tantissimo anche il comparto paralimpico: oltre al Paradressage, stanno venendo fuori anche le nuove discipline FEI e questa è una grandissima soddisfazione per la Federazione e per tutti gli appassionati".

In chiusura il Presidente federale Marco Di Paola è stato raggiunto da Savino Zaba (foto in basso), conduttore di Radio Rai, che insieme alla giornalista Francesca Brienza, presenterà lunedì 4 febbraio a Palazzo dell'Arte Spazio Novecento (Roma) i Fise Awards 2019.

OBIETTIVI SPORTIVI

Si è concluso con un rilevante bottino di vittorie il 2018 dell’equitazione italiana. Nella serie interminabile di successi un posto d’onore meritano senz’altro la seconda vittoria azzurra consecutiva nella Coppa delle Nazioni dello CSIO di Roma Piazza di Siena, e il primo posto nel Rolex Gran Premio Roma, firmato Lorenzo De Luca e Halifax vh Kluizebos; una doppietta che mancava al tricolore dal 1976. Ai successi del salto ostacoli si uniscono le tre medaglie d’oro conquistate ai FEI World Equestrian Games™, i Campionati del Mondo che si sono svolti a Tryon in North Carolina (USA). Un primato (mai prima d’ora l’Italia aveva conquistato tre medaglie d’oro ai WEG) ottenuto grazie ai due ori di Sara Morganti e Royal Delight nel Paradressage e al successo iridato di Silvia Stopazzini, Lorenzo Lupacchini su Rosenstolz (long. Laura Carnabuci) nel Pas de deux di Volteggio.

Se il 2018 ha confermato l’Italia degli sport equestri tra le nazioni da temere, questo 2019 parte con grande motivazione, non solo dal punto di vista sportivo, ma anche relativamente alle iniziative culturali e sociali, che conferiscono alla Federazione Italiana Sport Equestri un ruolo importante nel mondo dello sport italiano.

TOKYO 2020 - Le discipline olimpiche si pongono un obiettivo fondamentale per questa stagione, il più importante: la qualifica olimpica delle squadre di Salto ostacoli, Completo e Paradressage per i prossimi Giochi di Tokyo 2020. Per tutte le specialità saranno i prossimi Campionati Europei il check-point per ottenere una carta olimpica, ma il salto ostacoli potrà contare anche sulla finale di FEI Nations Cup di Barcellona, che consegna un biglietto per il Giappone (alla squadra meglio classificata di quelle che non avranno, a quella data, già conseguito la qualifica a cinque cerchi).

FINALE FEI WORLD CUP - L’Italia del salto ostacoli si presenta forte dei suoi grandi campioni. Tra loro c’è un inarrestabile Lorenzo De Luca. Il 1° aviere ha già messo in cassaforte i punti utili per la qualifica alla finale di Coppa del Mondo, in programma a Göteborg (Svezia) la prima settimana di aprile, e nel frattempo ha scelto i circuiti internazionali in programma negli Stati Uniti, per continuare la preparazione dei suoi compagni di gara.

GIOVANI AZZURRI - Anche l’attività giovanile non si ferma con un 2019 pieno di impegni ai Campionati Europei previsti, come sempre in tutte le discipline, olimpiche e non olimpiche e con gli azzurrini visti sempre come protagonisti e avversari molto temuti.

CIRCUITI INTERNAZIONALI IN ITALIA – La nostra nazione si conferma una tra le prime per organizzazione di eventi internazionali e, quest’anno, anche di rilievo continentale e mondiale. La Federazione Equestre Internazionale, premiando l’Italia, ha stabilito di assegnare l’organizzazione dei Campionati Europei giovanili di Dressage. L’evento si svolgerà negli impianti dell’Horses Riviera Resort di San Giovanni in Marignano (24/28 luglio).

L’Italia ha già dimostrato il suo valore nel recente passato dando vita ad Arezzo (stesso comitato organizzatore di San Giovanni in Marignano) ai Campionati giovanili di Dressage, ai Campionati Europei Pony e ai Campionati giovanili di Salto Ostacoli.

Agli Europei giovanili di Dressage, che prevede in concomitanza anche un internazionale di Paradressage, si affiancano nel 2019 i Campionati del Mondo giovanili di Endurance. L’evento è in programma dal 19 al 22 settembre a Pisa San Rossore. Sarà, non solo un’altra occasione sportiva, ma anche una grande opportunità di presentare al mondo le bellezze paesaggistiche e culturali offerte dal territorio italiano, da ammirare ad altezza di sella. 

PIAZZA DI SIENA - Dopo le più che positive esperienze degli ultimi due anni e in forza della joint venture con il CONI, si avvarrà di un grande slancio organizzativo anche l’edizione 2019 dello CSIO di ROMA Piazza di Siena (23/26 maggio). La continua ricerca della perfezione, da parte di CONI e FISE, con il fondamentale supporto di Roma Capitale, contribuirà anche in questo 2019 a rendere Piazza di Siena, con il suo ovale, un gioiello per la città di Roma e il punto di riferimento per gli sport equestri internazionali. L’obiettivo è quello di continuare nell’opera di rivalutazione del Galoppatoio di Villa Borghese (già recuperato per l’edizione del 2018), con l’inserimento di nuove attività, che renderanno sempre più centrale e determinante l’area, al fine dello sviluppo dell’intero evento.

Dopo Piazza di Siena, a completare il “trittico” dei concorsi internazionali a 5 stelle organizzati in Italia (i più importanti nella scala gerarchica della FEI) ci penseranno l’ormai consolidata tappa romana del Global Champions Tour, che vede la luce al Foro Italico, grazie alla lungimiranza di Jan Tops e la tappa italiana di FEI World Cup™, il circuito di Coppa del Mondo indoor di salto ostacoli, che andrà in scena anche quest’anno a Verona nella prima settimana di novembre nell’ambito di Fieracavalli. Proprio a Verona la Federazione Italiana Sport Equestri è pronta a riproporre, con l’inserimento di numerose novità, il format di Arena FISE, convogliando in un unico padiglione della Fiera scaligera tutte le attività che si svolgono sotto l’egida della Federazione; dalle più importanti attività sportive, ai momenti di incontro e aggregazione.

 

Di Paola Conferenza

Il Centro Equestre Ranieri di Campello ai Pratoni del Vivaro si conferma punto di riferimento per gli sport equestri mondiali con particolare riferimento alla disciplina del Concorso Completo. La Federazione Equestre Internazionale ha, infatti, affidato al CERC l’organizzazione di una delle sette tappe di FEI Nations Cup. Il mondo del completo internazionale si riunirà, dunque, nello splendido territorio offerto dai Castelli romani dal 5 al 9 giugno per il secondo appuntamento del tradizionale circuito di Coppa delle Nazioni.

Immancabile l’appuntamento per i più giovani: le Ponyadi. L’evento di interesse federale dedicato interamente alla base e al mondo del pony, si svolgerà alla fine dell’estate, poco prima dell’inizio della scuola, ancora una volta a Roma. Oltre mille bambini e altrettanti pony saranno i protagonisti di una festa dei valori dello sport e dell’equitazione.

Se l’attività nazionale parte proprio durante questo fine settimana con il neonato Campionato a squadre indoor e il Master individuale (Pontedera, 1/3 febbraio) di salto ostacoli, Cavalli a Roma, la fiera del mondo del cavallo e dell’ippica, appuntamento imprescindibile degli ultimi anni, aprirà la stagione internazionale 2019. All’evento, in programma alla Nuova Fiera di Roma dal 15 al 17 febbraio, sono due le attività relative alle discipline gestite dalla FISE: il concorso internazionale a due stelle di salto ostacoli e l’internazionale di Reining.

L’IMPEGNO DI FISE PER LA CULTURA E LE TEMATICHE SOCIALI

Se sport, attività agonistica e servizi hanno un ruolo centrale per la Federazione, l’attuale dirigenza federale riconosce sempre di più il fondamentale ruolo sociale e culturale che essa ricopre in qualità di Istituzione di riferimento di questo straordinario e multiforme mondo del cavallo.

L’obiettivo federale è quello di sostenere il cavallo come partner per la crescita dei giovani in un ambiente a contatto con la natura, sano e sicuro. Un ambiente sportivo, competitivo in cui il fair play e l’etica guidano l’allenamento e la performance. In questo contesto l’istruttore rappresenta il cardine insostituibile nel percorso di crescita sportiva dell’atleta, sociale del tesserato, umano della persona. Questo ruolo chiave della figura dell’istruttore è ancor più vera quando i protagonisti sono minori, poiché si aggiunge l’impegno a supporto delle famiglie in un delicato ruolo di co-educatore.

Con questa consapevolezza cresce l’impegno federale a fare sviluppare una maggiore coscienza sociale di tutti gli stakeholder rispetto alle numerose criticità legate ai temi di protezione dell’infanzia, benessere dei tesserati e del cavallo. La FISE ha quindi deciso di intraprendere un percorso concreto in cui i percorsi formativi di aggiornamento obbligatorio saranno arricchiti di moduli dedicati per formare e sensibilizzare rispetto a queste tematiche.

Inoltre sarà decisivo e pervasivo l’impegno nell’affrontare i principi di rispetto, etica, tutela dei diritti e delle opportunità, il cui primo passo concreto va indubbiamente visto nell’istituzione del “Codice Etico e comportamentale per istruttori e staff federale” che deve essere sottoscritto da tutti già per i rinnovi 2019.

 

Di Paola Zaba ott

Il secondo passo fondamentale orientato a sostenere concretamente il principio di tutela delle opportunità è FISE Awards, il cui ricavato andrà a Sport Senza Frontiere Onlus. Durante la serata di gala saranno consegnati i riconoscimenti ad amazzoni e cavalieri azzurri che hanno conseguito i migliori risultati in occasione della stagione sportiva 2018. L’edizione 2019 è di imminente programmazione: il 4 febbraio (ore 20:00) al Palazzo dell’Arte Antica - Spazio Novecento a Roma.Sarà una festa unica grazie all’importante messaggio solidale che la FISE desidera trasmettere nell’aver scelto di cooperare con “Sport Senza Frontiere Onlus” che consente ai bambini meno fortunati di praticare sport e di conoscerne così i valori di aggregazione e unione. Il ricavato della serata, infatti, sarà devoluto alla Onlus per essere dedicato allo sviluppo del progetto ”JOY SSF CAMP”, nato per supportare il ritorno alla normalità delle famiglie colpite dal sisma del Centro Italia del 2016. Dal 16 giugno al 13 luglio si terrà un campus estivo a Monte Terminillo (provincia di Rieti), un vero e proprio laboratorio socio-didattico come strumento di educazione ed inclusione con focus sullo sport. Per l’edizione 2019, saranno accolti i bambini delle 255 famiglie sfollate dopo il crollo del ponte Morandi di Genova.

 

Nell’ambito delle attività culturali e grazie all’impegno del Centro Studi Federale la FISE ha reso omaggio, nella ricorrenza dei 100 anni dalla sua nascita a Federigo Caprilli, colui che è considerato il vero scopritore dell’equitazione naturale.

Dopo il successo ottenuto in occasione dell’evento-convegno tenuto al Ministero della Difesa in novembre scorso e visti gli importanti temi trattati di valore storico, culturale e attuali anche dal punto di vista sportivo, la Federazione – con il supporto dello Stato Maggiore dell’Esercito Italiano e della Marina Militare - ha deciso di replicare con cinque appuntamenti su tutto il territorio nazionale da marzo a dicembre (Modena, Torino, Milano, Palermo e Livorno).

Grazie a questi incontri la FISE, attraverso il suo Centro Studi, diventa promotrice della diffusione di una cultura equestre basata sul rispetto del cavallo e del suo benessere psicofisico, valorizzando così sempre più la caratteristica essenziale che rende l'equitazione unica nel panorama mondiale degli sport: la presenza di un binomio formato da due atleti, uomo e cavallo.

 

 Il video della conferenza qui https://www.facebook.com/officialfise/

I recenti e importanti adeguamenti delle normative in materia di Trasporti e Fisco, hanno dato origine a dei cambiamenti che condizionano l’attività del Presidenti di circolo, degli istruttori e dei cavalieri, richiedendo un continuo aggiornamento per poter evitare di incorrere in sanzioni.

La Federazione, attraverso il Centro Studi Federale Fise, si fa promotore di una serie di eventi nazionali volti alla formazione e, soprattutto all’ informazione, riguardanti alcune tematiche normative che incidono nella gestione del nostro sport.

La serie di eventi intitolata “Fise con TE”, nata con il fine di assistere gli utenti e gli appassionati del settore, informandoli sui recenti risultati ottenuti nella varie normative che regolano alcune tra le materie più influenti nella vita quotidiana (i Trasporti, il Fisco e le Polizze assicurative federali), farà il suo debutto nel Lazio: lunedì 25 febbraio alle ore 14:00 presso l’Auditorium della FISE in Viale Tiziano 74, a Roma.

Il format prevede una prima parte in cui il Presidente Fise Marco Di Paola e il Presidente Fise Lazio Carlo Nepi annunceranno l’inizio dei lavori, di seguito il moderatore Luca D’Oria modererà gli interventi degli esperti avv. Andrea Scianaro (Trasporti), dott. Antonello Altobelli(Fisco) e dott. Ettore Artioli(Assicurazioni). Infine, due ore saranno dedicate alle domande del pubblico al fine di creare un dibattito informativo e esplicativo.

Invitiamo tutti i tesserati e gli appassionati a prendere parte al dibattito per capire quali sono le problematiche e quale sia il miglior approccio per affrontarle.

In allegato il Programma e il Calendario degli Eventi

Corso AWIN

“Approccio alla valutazione del benessere dei cavalli attraverso il Protocollo AWIN” 

Si è concluso il Corso “Approccio alla valutazione del benessere dei cavalli attraverso il Protocollo AWIN”  svoltosi a Roma il 28 e 29 gennaio 2019 presso l’Istituto Zooprofilattico del Lazio e della Toscana e presso l’Accademia Caprilli ai Pratoni del Vivaro.  Il corso ha attuato quanto previsto dall’ accordo siglato tra Ministero della Salute, la FISE e l’Università degli studi di Milano per la promozione del Protocollo AWIN per la valutazione del benessere dei cavalli, voluto e finanziato dalla Commissione europea.

 

AWIN 2

I protocolli AWIN riaffermano l’importanza dell’approccio scientifico allo studio del benessere e si prefiggono di fornire indicatori di uso pratico e misurabili direttamente sugli animali negli allevamenti, con l’obiettivo di fornire una serie di indicazioni utili anche al Medico Veterinario nella valutazione del benessere di alcune specie domestiche. Tuttavia, nonostante i protocolli siano stati pensati e sviluppati perché potessero essere usati anche dalle autorità competenti a livello europeo, tutto il processo è trasparente e quindi anche gli allevatori ed i proprietari potranno formarsi e capire quali sono questi indicatori e come gli animali sono valutati. La prestigiosa ricerca europea AWIN ha coinvolto ha coinvolto molte importanti istituzioni:

 

Scotland’s Rural College, Edinburgh (UK)

Norwegian University of Life Sciences, Ås (NOR)

University of Cambridge, Cambridge (UK)

Università degli Studi di Milano, Milano (ITA)

Universidade de Lisboa, Lisbona (POR)

Indiana University, Bloomington (USA)

Institute of Animal Science, Prague (Czech)

Pferdeklinik  Havelland,  Equine Clinic, Beetzsee- Brielow (GER)

Universidade de São Paulo, Pirassununga (Brazil)

Universidade Positivo, Curitiba (Brazil)

Neiker - Tecnalia, Vitoria – Gasteiz (Spain)

 

Sono stati proprio i ricercatori del Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Milano a fare da capofila del Progetto della Commissione per quanto attiene alla specie equina e che, avendo pertanto coordinato lo sviluppo dei metodi specifici di valutazione del benessere per i cavalli e per gli asini, hanno tenuto questo primo corso.

La FISE, con la fondamentale collaborazione dell’Accademia Caprilli, registra che il Ministero della Salute ha talmente apprezzato l’iniziativa che avrebbe l’intenzione di ripetere in futuro il medesimo corso anche a Brescia e in Sicilia.

Video di interesse:

 

video 1 qui 

 

video 2  qui

Centinaio diPaola 2

Sviluppo e valorizzazione del cavallo sportivo italiano. Qfiuesti i temi chiave del protocollo d’intesa stipulato, tra il Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo e la Federazione italiana Sport Equestri oggi, mercoledì 30 gennaio presso la sede del Mipaaft a Roma.

A sottoscrivere il documento, che sancisce un rinnovato percorso comune per i prossimi cinque anni, sono stati il Ministro, Sen. Gian Marco Centinaio e il Presidente FISE, Marco Di Paola, accompagnato per l’occasione dal Vicepresidente Giuseppe Bicocchi.

“Il rapporto tra Mipaaft e Fise– ha detto Di Paola, esprimendo grande soddisfazione per il lavoro compiuto dai due enti – è sempre stato proficuo e duraturo nel tempo. Con la stipula di questo nuovo protocollo d’intesa è nostra intenzione dare uno slancio fondamentale a tutto comparto allevatoriale italiano con particolare riferimento agli sport equestri. Abbiamo riscontrato immensa passione da parte di tutti gli operatori del Ministero; un aspetto che ha contribuito fortemente alla stesura dei nuovi accordi”.

“Con il Fise abbiamo intenzione di rilanciare tutto il comparto sportivo equestre, ognuno secondo le proprie competenze. La priorità è tutelare il benessere del cavallo, aiutare gli allevatori e sostenere la filiera”, ha sottolineato il Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Gian Marco Centinaio.

“Siamo particolarmente orgogliosi - ha aggiunto il Ministro - di aver dato finalmente il via alla costituzione del Libro genealogico del pony, che più di ogni altro rappresenta lo strumento per migliorare gli esemplari, indirizzare, sul piano tecnico, l’attività selettiva e promuovere la valorizzazione economica. Occorre recuperare il tempo perduto per dare risposte a tutti gli allevatori che puntano sulla qualità. Il patrimonio genetico dei nostri cavalli è il valore fondamentale del settore equino del nostro Paese”.

La partnership si concretizzerà con l’impegno comune volto al miglioramento degli standard qualitativi dei soggetti da sella italiani da impiegare negli sport equestri, con un rinnovato programma di perfezionamento tecnico per cavalli di 6 e 7 anni, che prevede la possibilità di assegnare i migliori progetti detenuti dal Mipaaft ai migliori cavalieri per l’impiego nelle competizioni agonistiche di massimo livello, ma anche attraverso la divulgazione della corretta cultura e rispetto del cavallo da inserire nell’iter dedicato agli addestratori dei giovani cavalli.

Condivisione delle informazioni per la crescita di tutto il comparto. Tra gli obiettivi dei due enti c’è quello di migliorare la gestione informatica dei dati relativi al mondo equestre consentendo a FISE di accedere ai dati anagrafici disponibili nella banca dati Mipaaft e allo stesso tempo al Ministero di utilizzare al meglio, anche ai fini della selezione, i dati delle competizioni sportive FISE. Tra le novità quella della creazione di una banca dati relativa al Libro Genealogico del Pony.

Il rinnovato accordo fornisce un grande slancio anche alle tematiche relative all’antidoping, grazie alle indispensabili competenze di Unirelab e all’intenzione comune di uniformare le normative, ottimizzare le risorse umane ed economiche con l’obiettivo di garantire al meglio la trasparenza delle competizioni e il benessere dei cavalli.

Tutti i punti dell’accordo potranno essere attraverso la costituzione di un Comitato paritetico di coordinamento tecnico-operativo composto da sette membri (3 Mipaaft; 3 Fise e 1 designato di comune accordo rappresentativo del mondo allevatoriale).

Il protocollo d'intesa sarà a breve disponibile sul sito federale.

(Nella foto: il Ministro Sen. Gian Marco Centinaio e il Presidente FISE Marco Di Paola)

Comunichiamo che per ottemperare alla legge sulla tracciabilita dei flussi finanziari, conformemente a quanto già richiesto dalla Fise, in materia di tracciabilità dei pagamenti che devono trovare corrispondenza tra la Società che effettua il tesseramento e il conto corrente da cui parte  il pagamento, a far data dal giorno 11 febbraio non sarà più possibile pagare il tesseramento con assegno, contanti, bonifico o pos, ma utilizzando esclusivamente la carta di credito della Società o del Presidente della stessa, o conto Pay Pal.

Il Comitato Regionale Lazio continuerà a prestare assistenza e supporto alle società affiliate nelle operazioni di tesseramento ma saranno accettate unicamente le modalità di pagamento sopra indicate.

Per il Comitato Regionale Lazio che, come sembra, è ultimo ad adeguarsi sul territorio nazionale alla suddetta procedura, non è più possibile rinviare l’adeguamento alle disposizioni di legge e, pur comprendendo i disagi iniziali che potranno derivare per i circoli, tale obbligo di conformità non può più subire ritardi.

In seguito alle dimissioni del sig. Marco Salvatori entra a far parte del Consiglio Regionale Fise Lazio la sig.ra Nicoletta Romagnoli.
Al sig, Marco Salvatori va il più sentito ringraziamento del Presidente Carlo Nepi e dell'intero Consiglio per il prezioso apporto dato con grande passione e competenza.
Alla sig.ra Nicoletta Romagnoli l'augurio che possa fornire il proprio contributo con altrettanto entusiasmo e partecipazione al servizio della Regione.

fise awards2018

Il ricavato della serata andrà come contributo al progetto JOY SSF CAMP della Onlus Sport Senza Frontiere. Affrettatevi a prenotare gli ultimi posti disponibili

 

Ormai ci siamo: FISE Awards è alle porte!   

Il 4 febbraio 2019 alle ore 20:00 presso il Palazzo dell’Arte Antica – Spazio Novecento a Roma, andrà in scena la seconda edizione del Gran Gala di beneficenza che la Federazione Italiana Sport Equestri organizza per celebrare gli straordinari successi sportivi conseguiti dai nostri atleti nell’anno 2018.     

Sarà una festa unica grazie all’importante messaggio solidale che la FISE desidera trasmettere nell’aver scelto di cooperare con Sport Senza Frontiere, Onlus che consente ai bambini meno fortunati di praticare sport e di conoscerne così i valori di aggregazione e unione, principi che condividiamo e promuoviamo ogni giorno.       

 

Sport senza frontiereIl ricavato della serata sarà devoluto a tale organizzazione e sarà dedicato allo sviluppo del progetto JOY SSF CAMP (clicca qui per guardare il progetto), nato per supportare il ritorno alla normalità delle famiglie colpite dal sisma del Centro Italia del 2016. Dal 16 giugno al 13 luglio si terrà un campus estivo a Monte Terminillo (provincia di Rieti), un vero e proprio laboratorio socio-didattico come strumento di educazione ed inclusione con focus sullo sport.     

     
Per l’edizione 2019, saranno accolti i bambini delle 255 famiglie sfollate dopo il crollo del ponte Morandi di Genova.

I campioni che riceveranno l’“Oscar” dell’Equitazione (la lista completa degli atleti convocati sarà disponibile a brevissimo), saranno premiati da testimonial d’eccezione, vicini agli obiettivi della serata.     

Presenti il volto televisivo Rudy Zerbi; la giornalista e conduttrice TV Carlotta Mantovan; il giornalista Francesco Giorgino, la meteorologa RAI Claudia Adamo, gli atleti Italia Team CONI Elisa Di Francisca e Margherita Granbassi(scherma), Giovanni De Carolis (Pugilato), Alessandra Sensini(Vela) e Stefano Brecciaroli (Equitazione).     

 

FiseAwards logo blue

La conduzione dello spettacolo è affidata a due grandi nomi del mondo dello spettacolo italiano, la giornalista Francesca Brienza e il presentatore Radio e TV Savino Zaba

La soirée sarà movimentata da Live Music fino al termine della cerimonia, momento in cui si apriranno le danze! Molti i partner hanno scelto di rendere FISE Awards un party memorabile: KEP ItaliaMAG JLT, Ride Up/Nido, Cavalleria Toscana, Printable, Treemme Viaggi, Travis Group Global Security, My Horse, Safe Riding, BAC Technology. 

Sarà un Gala Dinner scintillante: il dress code della serata prevede un Touch of Gold per brillare al ritmo della più divertente musica dal vivo.      

Vi aspettiamo per vivere insieme questa grande emozione!        

Le modalità di partecipazione prevedono un contributo da versare tramite l’acquisto di una delle opzioni presentate nella brochure (consultabile qui), fino ad esaurimento prevendite.

L’Ufficio Marketing è a disposizione per qualsiasi ulteriore informazione a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. . La conferma della partecipazione e il relativo pagamento devono pervenire entro il 23 gennaio 2019, per garantire la migliore organizzazione dell’evento. 

 

(Nelle foto: sopra © FISE - un momento della premiazione del 2018; sotto © Alberta Rossi - i ragazzi di Sport Senza Frontiere Onlus)

Team Italia CT Grasso

La festa dei successi sportivi si avvicina, folto l’elenco dei premiati

Grande attesa per il 4 febbraio, data in cui andrà in scena il Gran Gala di Beneficenza firmato #sportequestri in cooperazione con Sport Senza Frontiere. 
La serata si terrà presso gli spazi del Palazzo dell’Arte Antica – Spazio Novecento a Roma e ospiterà i grandi campioni dell’Equitazione, vincitori dei titoli europei e mondiali nel corso del 2018.


Sono stati molti i successi agonistici in campo internazionale che andremo a celebrare. Convocati per l’importante premiazione tutti i protagonisti dell’anno sportivo che si è appena concluso, a partire dalle medaglie d’oro dei World Equestrian Games Sara Morganti (Paradressage), Silvia Stopazzini e Lorenzo Lupacchini (Volteggio), ai “big” del Salto Ostacoli internazionale Lorenzo De Luca, Bruno Chimirri, Luca Marziani, Alberto Zorzi, Giulia Martinengo Marquet, Emanuele Gaudiano, Paolo Paini. Molti anche gli  astri nascenti del settore giovanile, tra cui la medaglia d’oro ai Giochi Olimpici Giovanili  Giacomo Casadei e il bronzo del team azzurro ai Giochi del Mediterraneo di Tarragona per ricordarne solamente qualcuno.

Saranno assegnati i riconoscimenti per l’argento del team Young Rider ai Campionati Europei, l’argento degli Attacchi ai Mondiali di Cristiano Cividini, l’oro maschile e l’argento femminile del Polo agli Europei, le medaglie Junior e Young Rider del Reining agli Europei, l’oro europeo per gli Junior dell’Horseball, il “bottino” dei Mounted Games con i tre ori, due argenti, sette bronzi dei nostri giovanissimi ai campionati Mondiali e Europei.

Il Dipartimento Salto Ostacoli comunica alcuni chiarimenti che riguardano l’evento indoor previsto dal 1° al 3 febbraio a Pontedera (PI), Campionato d’Italia a Squadre per regioni e Master Individuale di salto ostacoli. Di seguito le specifiche:

I cavalieri iscritti in rappresentanza delle squadre regionali con riferimento alla quota di iscrizione prevista di € 500 per squadra parteciperanno alla sola classifica di squadra. Coloro che vorranno concorrere anche alle classifiche individualidovranno corrispondere a parte la quota relativa prevista per lo specifico Master a cui vorranno partecipare.

 I primi 10 cavalieri classificatisi in ciascuno dei seguenti segmenti Master individuali (Senior Sport – Young Rider – Junior – Children) nel caso in cui i partecipanti per ciascuna categoria siano almeno 20, acquisiranno il diritto a partecipare ad un “Challenge” loro dedicato durante il palinsesto di gare programmate durante l’evento Piazza di Siena 2019. I primi 5 cavalieri classificati in ciascuna delle 4 altezze previste per i Gentleman Riders (115-120-125-130), nel caso in cui i partecipanti per ciascuna delle 4 altezze elencate siano almeno 10, acquisiranno il diritto a partecipare ad un “Challenge” loro dedicato durante il palinsesto di gare programmate durante l’evento Piazza di Siena 2019.

Al fine di elevare il livello tecnico dei partecipanti alla competizione le limitazioni alla partecipazione precedentemente riportate per il settore Senior Sport sono state soppresse, pertanto non vi sarà nessuna preclusione alla gara per la categoria Seniores Sport. Permangono quelle riferite al settore giovanile.

La disputa del Campionato d’Italia a Squadre e quindi l’assegnazione del titolo e delle medaglie relative alla classifica delle squadre avverrà in presenza della partecipazione di almeno 4 squadre per ciascun singolo Campionato. Nel caso quindi in cui in un Campionato non si raggiunga il numero minimo di partecipanti, non si effettuerà la relativa gara ed i cavalieri delle squadre iscritti anche alla gara individuale potranno partecipare a titolo individuale pagando in integrazione la quota relativa a quanto previsto come quota di iscrizione per la specifica categoria.

Il Dipartimento Salto ostacoli informa inoltre che sono già aperte le iscrizioni on line per le partecipazioni a titolo individuale.

Qualora il pagamento delle iscrizioni sia effettuato dai Comitati Regionali, qui di seguito si riportano gli estremi bancari per l’effettuazione dei relativi bonifici:

IBAN: IT50Z0835805483000000041625

INTESTATO ACCADEMIA DEGLI SPORTEQUESTRI

BANCA DI PESCIA E CASCINA. AG. PERIGNANO

Joomla Extensions